I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ecocentro Marino: 24 ore al voto, partita la guerra fra i comitati

MARINO (attualità) - Domani 13 gennaio dalle 12 alle 18 i cittadini potranno esprimere la loro preferenza tra i quattro siti proposti.

ilmamilio.it 

 

Dopo quelli delle forze politiche, non sono mancati i commenti dei comitati sull’affaire ecocentro, che vedrà i residenti marinesi sabato 13 gennaio dalle 12 alle 18 presso l’edificio scolastico “Vivaldi” di via Prati chiamati a scegliere fra quattro opzioni per l’ubicazione del discusso impianto: una piuttosto vicina al sito iniziale di Cava dei Selci a ridosso di via Appia; un’altra su via Nettunense all’altezza del chilometro 1,500 all’altezza di Castelluccia e Frattocchie; una terza in zona Divino Amore – Mazzamagna, fortemente caldeggiata dai consiglieri comunali di minoranza Stefano Cecchi, Cinzia Lapunzina e Remo Pisani; una quarta aggiunta “in extremis” dalla maggioranza che si trova all’estremità ovest di viale della Repubblica all’intersezione con le vie Frassati e della Falcognana e confine con l’area del Green House. 

petra nov2017 1
 Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011
Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

 

Il comitato NO TIR, su Facebook, ha sciolto le riserve indicando quale sarà la scelta degli iscritti: “A valle dell'incontro di ieri sera, sentiti i vari pareri dei residenti, abbiamo deciso di scegliere il sito A (via Appia Nuova di fianco a Sorelle Ramonda), come miglior location deputata ad accogliere il nuovo ecocentro di Marino.
Dalla discussione dell'assemblea è emerso in maniera chiara ed inequivocabile che il sito A è, fra tutti, quello più baricentrico e accessibile da tutta la popolazione del Comune. Pensando anche ai residenti di Marino centro, con questa location non si troverebbero costretti ad attraversare Frattocchie o Santa Maria delle Mole, che sono costantemente intasati di traffico”.

 

agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

 

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

 

Una posizione quella dei NO TIR che non ha lasciato indifferenti, alla luce di un’ipotetica vicinanza (tutta da verificare) di alcune componenti del comitato con gli ambienti del Movimento 5 Stelle marinese. Diceria fatta circolare dai più maliziosi. Se così fosse, l’equazione sarebbe semplice: i grillini voterebbero per il sito A. A prescindere tuttavia da qualsiasi elucubrazione politica, rimane il dato certo: dalla maggioranza di governo e in particolare dal sindaco Carlo Colizza non è arrivata alcuna indicazione di voto.

Parere diametralmente opposto invece da parte del comitato di quartiere Sassone che tramite un volantino ha fatto sapere come: “L’ipotesi A coinvolge direttamente il parco pubblico Sassone creato e gestito da sempre dal comitato di quartiere, invitando tutti i residenti del quartiere e tutti a non indicare l’ipotesi A al fine di tutelare l’unico spazio verde presente a Frattocchie”.

Anche in questo caso non mancano le voci di corridoio sulla reale intenzione di voto, che vorrebbero il comitato di quartiere Sassone decisamente orientato a optare per il sito C, ovvero zona Divino Amore – Mazzamagna.

Commenti   

0 #1 Antonello 2018-01-14 15:55
I segreti di Pulcinella sono stati facilmente svelati dai risultati del Referendum; la sindrome nimby ha avuto la meglio, come sempre succede. Chi è riuscito a portare più persone alle urne ha avuto gioco facile per vincere la consultazione.
In ogni caso un esempio di democrazia e di partecipazione, anche se mal organizzato e mal gestito. Ci sarà certamente occasione di fare meglio, con la speranza che i marinesi sappiano approfittare dell'occasione che gli viene offerta.
Citazione