I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Sapori zagarolesi: le sarzefine. Sabato 20 gennaio consueto appuntamento annuale con l’eccellenza gabina

Zagarolo – (attualità) -  Dallo scorso anno le Sarzefine sono state inserite nell’Arca del Gusto Slow Food

ilmamilio.it 

Sabato 20 Gennaio, alle ore 20.00, le sale affrescate di Palazzo Rospigliosi ospiteranno la consueta cena annuale a base dell’eccellenza gastronomica di Zagarolo, le Sarzefine.

Dallo scorso anno le Sarzefine sono state inserite nell’Arca del Gusto Slow Food. Quest’ultimo progetto seleziona e cataloga in tutto il pianeta i prodotti agroalimentari di qualità a rischio di estinzione. Oggi i prodotti segnalati sono oltre 2.000 in più di 120 paesi.

 

agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

 

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

“Le condizioni particolari necessari alla coltivazione delle Sarzefine, oltre alla cura necessaria per la mondatura e cottura, ne fanno un prodotto prezioso, antico e molto raro – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Le Sarzefine sono una verdura commestibile dalla lunga radice carnosa e bianca. Gli zagarolesi la piantano nei terreni “scassati”, cioè lavorati in profondità, e costituisce, insieme ai tordi matti, uno dei piatti più tipici della nostra cittadina”.

petra nov2017 1
Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

“L’appuntamento annuale di Gennaio è la conclusione di un percorso che in tutto il 2017 ha visto attivo un coordinamento che ha raccolto ricette, testimonianze e racconti della lunga tradizione della coltivazione delle Sarzafine. – aggiunge Massimiliano Petrassi, Assessore alle Attività produttive. – Il riconoscimento Slow Food è il coronamento di un percorso che, in collaborazione con il Comitato San Martino e l’Istituzione Palazzo Rospigliosi, ha esaltato un’eccellenza del nostro territorio, dando visibilità e facendo conoscere Zagarolo e la sua Comunità”.

RICETTA - Le radici, ben lavate e ridotte a pezzetti di 5-10 cm, si mettono in un tegame con olio, aglio, prezzemolo, pomodoro, sale e peperoncino unitamente a salsicce o baccalà e si lasciano cuocere a fuoco lento. Si consiglia accompagnarle con un robusto vino rosso.

Pai

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares