I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Inchiesta "La giustizia di Zorro", tra i 7 arrestati anche l'ex giudice di Pace di Lariano Oberto Cecchetti

LARIANO (cronaca) - Per tutti l'accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, alla turbata libertà negli incanti, peculato e falso in atto pubblico

ilmamilio.it

scuolepie pubb1C'è anche il 72enne Oberto Cecchetti, ex giudice di pace ed avvocato del foro di Pisa e curatore per le eredità giacenti con nomina del tribunale pisano, tra gli arrestati nell'ambito dell'inchiesta "La giustizia di Zorro" condotta dalla Procura della Repubblica di Genova.

Pai

 

 

 

 

 

 

 

L'ex giudice questa mattina è stato prelevato dai carabinieri nella sua casa di Lariano ma al momento dell'arresto, avvenuto in contemporanea con altre 4 persone e con l'ex giudice del tribunale di Pisa Roberto Bufo e dell'ex consigliere regionale della Toscana Virgilio Luvisotti (ai domiciliari), l'uomo avrebbe accusato un malore che ha portato al ricovero presso l'ospedale di Velletri. L'uomo si troverebbe tuttora nel nosocomio castellano piantonato dai carabinieri.

A rivelare i dettagli dell'operazione, che ha portato al'incriminazione di tutti gli arrestati per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, alla turbata libertà negli incanti, peculato e falso in atto pubblico, è il quotidiano toscano "La Nazione" (LEGGI l'articolo).

petra nov2017 1

agenzia servizi

 

 

 

 

 

 

Gli inquirenti avrebbero portato alla luce un'intricata matassa malavitosa che aveva proprio nei soggetti indagati i terminali e le menti di operazioni tese all'approprazione indebita di somme di denaro e ad utilità di varia natura. L'indagine è comunque ancora attiva e potrebbe portare all'iscrizione nel registro degli indagati anche di altri soggetti.