Ciampino, la Barbuta è una bomba ambientale. Sisti: "Situazione ormai al limite"

Pubblicato: Martedì, 18 Luglio 2017 - Marco Montini

CIAMPINO (attualità) - L'assessora all'Ambiente è proccupata: "Da anni combattiamo per la salute ma i nostri sforzi vengono continuamente vanificati dai roghi"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

La Barbuta, una bomba sociale e ambientale destinata a esplodere. Lo sanno bene in quel di Ciampino, la cui comunità ormai da anni è costretta a respirare i fumi tossici dei roghi, che sistematicamente si alzano dal perimetro del campo rom, “incastrato” tra l’Appia Nuova e l’Aeroporto Pastine.

E a nulla, almeno sino ad ora, sono servite le proteste di cittadini e amministrazione ciampinese nei riguardi del Campidoglio (ieri guidata da centrodestra e centrosinistra, oggi dai 5 stelle, ndr), sordo e incapace di risolvere una questione abitativa e igienico-sanitaria assolutamente allarmante. Ma dal municipio aeroportuale non mollano e continuano la battaglia: “In qualità di assessore alla Sanità - dice l’esponente della giunta Terzulli, Gabriella Sisti - sto lavorando veramente tanto affinché il nostro territorio risenta il meno possibile delle carenze strutturali da cui è affetto il nostro paese in tema di sanità.  Immagini come mi posso sentire vedendo i miei sforzi vanificati da un rischio sanitario e ambientale altissimo rappresentato dalla presenza di questo illegittimo insediamento rom che, lei sa bene, io ho sempre contestato in prima persona”.

Sulla questione roghi alla Barbuta Ciampino è decollato fino alle alte sfere istituzionali: “L'esposto alla Commissione europea non è che la più recente iniziativa che ho preso e l'ho fatta con lo scopo di dar voce alle centinaia di ex malati di tumore come me che ce  l'hanno fatta e per tutelare tutti quelli che hanno questa terribile malattia e la stanno curando - continua la Sisti -. L'Amministrazione di cui faccio parte si è opposta con fermezza a questo abuso di potere nei riguardi di un territorio, il nostro, privo di competenza poiché il campo è territorio di Roma, ma vittima al 100% di scelte dissennate dei governi che si sono succeduti”, evidenzia ancora l’assessora in quota Udc.

Che poi puntualizza: “Riguardo ai rapporti con l'Amministrazione Raggi credo che si debbano valutare i risultati, se mai ce ne saranno e  non il colore politico. Mi preme ricordare che Ciampino è stata penalizzata sia da governi di sinistra che di destra”. E infine: “Sicuramente  in futuro non si abbasserà mai la guardia e abbiamo chiesto l'intervento di Asl e Arpa e rispettivamente per le loro competenze ci illustrino quali iniziative hanno intrapreso o prenderanno a tutela dei nostri cittadini che non sono di serie B e non permetteremo a nessuno di minare la loro incolumità fisica. La salute è un diritto universale e i nostri governanti farebbero bene a ripassare la Costituzione Italiana”, chiosa l’assessore Sisti.


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna