I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Smartphone: sempre più un prolungamento del nostro corpo

cellulare smartphone mobileROMA (tecnologia) - Un mondo in costante evoluzione e trasformazione che coinvolge sempre più le persone

ilmamilio.it

selasai 10anni

Lo smartphone diventa una parte del nostro corpo: lo sostiene il report di Counterpoint Research, secondo cui oggi utilizziamo i cellulari di ultima generazione per circa 7 ore al giorno. Questo succede nel 26% dei casi, mentre le medie si collocano intorno alle 4 ore quotidiane. In fondo questa non è una novità: i numeri, infatti, rendono perfettamente l’idea di ciò che vediamo ogni volta che usciamo di casa. Ovvero occhi incollati agli smartphone, ovunque ci giriamo. Nel mondo, secondo una ricerca di Deloitte, si stima che l’82% della popolazione sia attualmente in possesso di uno smartphone: numeri davvero giganteschi.

Smartphone: un approfondimento statistico

Come già detto, il 26% delle persone usa lo smartphone per almeno 7 ore quotidiane. Si arriva a 4-5 ore nel 29% dei casi, mentre ci si colloca su circa 2 ore di utilizzo nel 20% dei casi. In netta minoranza le persone che usano lo smartphone per meno di un’ora al giorno: solo il 4% della popolazione. Inoltre, stando al report di Deloitte, nell’89% dei casi lo smartphone rappresenta il primo pensiero al mattino: lo si controlla subito, appena svegli. Una percentuale simile riguarda le persone che controllano lo smartphone come ultima cosa prima di andare a dormire: 81%.

Quali sono gli usi dello smartphone in Italia?

Lo smartphone si usa soprattutto per leggere le news, cosa che avviene nel 57% dei casi. Il 45% degli utenti lo usa invece per la musica in streaming, mentre il 31% per i contenuti video online. Da ciò si può intuire l’importanza della connessione Internet: non basta averla, ma deve anche essere veloce e dalle buone performance. Operatori come Kena, ad esempio, propongono offerte di telefonia mobile, ideali per vedere anche i film in streaming sullo smartphone. Senza, sarebbe praticamente impossibile compiere questa operazione.

App e cellulari: è anche una questione di gaming

Oggi lo smartphone viene utilizzato soprattutto per giocare alle tantissime app presenti sugli store: app che, per la cronaca, diventano sempre più avanzate e realistiche. Il merito è della realtà aumentata, che ha fatto capolino con giochi come Pokemon Go, e che oggi consente di fare cose davvero eccezionali. Basta ad esempio inquadrare qualcosa con il nostro smartphone, per veder sbucare sul display mostri, nemici immaginari e quant’altro. Senza ombra di dubbio, questa è una rivoluzione destinata a cambiare non solo il mondo del gaming, ma anche il nostro modo di approcciare questo device.