Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Monte Compatri: sfregiata la targa di via Adolfo Croce per l'inno a Hitler. Su Facebook scoppia il putiferio

viaCroce sfregiataMONTE COMPATRI (cronaca) - Il sindaco D'Acuti promette la pulizia della scritta mentre sul social è un serratissimo susseguirsi di insulti

ilmamilio.it

Una mano ignota sfregia la targa di via Adolfo Croce inneggiando ad Hitler e sul social si scatena il putiferio.

Se sia stato peggio il gesto di una mente bacata o il parapiglia che si è acceso in questi ultimi due giorni su Facebook è difficile dirlo: certo è che in questi torridi giorni di luglio, evidentemente, a Monte Compatri c'è davvero poco di cui parlare.

E' insomma capitato che qualcuno dotato di una bomboletta spray nera abbia modificato, deturpandola, la targa della strada del centro storico di Monte Compatri. Sotto la denuncia dell'accaduto fatta su uno dei gruppi più partecipati del paese, si accende un botta e risposta serratissimo con vibranti scambi di accuse e di insulti. Protagonisti anche diversi protagonisti della scena politica locale.

Roba da arrossire.

Nel dibattito interviene anche il sindaco Fabio D'Acuti che annuncia una imminente repentina pulizia di targa e muro. Di cui però ancora non c'è traccia.

E tra insulti, revisionismi, accuse di bassissima lega e scambi di cortesie e citazioni, l'allegro fine settimana di Monte Compatri passa più velocemente.

Foto tratta dal gruppo Facebook "Montecompatri senza censura"