Genzano | Palazzo Cesarini: Domenica 2 maggio si inaugura la mostra "Insinuarte, il bianco, il blu e altro". Fino al 30 maggio

GENZANO (attualità) - Ripartono le iniziative culturali
 
ilmamilio.it
 
A Genzano, presso Palazzo Sforza Cesarini, domenica 2 maggio, alle 16, si inaugura la mostra  "Insinuarte, Classico Contemporaneo; il bianco, il blu e altro", con il Vernissage, che resterà aperta fino al 30 maggio.

parcoUlivi pubb3 ilmamilio

sportage pronta consegna mamilio aprile

 
"La collettiva che presentiamo - dichiara l'organizzatrice e critica d'arte Mariaimma Gozzi -  accoglie le opere di quindici artisti tra i più rappresentativi dell’Arte Contemporanea, autentici fuoriclasse  – nell’esclusività dei diversi linguaggi espressivi – del Disegno, della Pittura, della Scultura e dell’Incisione. Artisti che espongono nei musei più prestigiosi d’Europa e del mondo, vincitori di premi nazionali e internazionali.

padel69 freeTime ilmamilio

viscusi

La peculiarità della mostra – che raccoglie oltre sessanta opere e denota, di per sé, una forte connotazione estetico-filosofica e spirituale – è di “insinuarsi” nell’architettura del tempo, vivificante interazione e contaminazione, con l’elegante allestimento ad hoc capace di coniugare il nuovo/contemporaneo tra le opere barocche della preziosa collezione HagerSportelli di Palazzo Sforza Cesarini ".
tennis colline ilmamilioNel complesso impegno ermeneutico, attraversato dagli stilemi di ognuno, fa da cerniera la coesistenza equilibrata di tutte le opere  – antiche e contemporanee – e il salto di quota si rivela eloquente oracolo poiché, sia che si tratti dell’ordine del mondo classico o delle stranezze del barocco o delle novità del contemporaneo, sia che si osservi il rigoroso realismo o si allontani fino all’astrazione, l’arte afferra e simboleggia le coscienze, e ci sfida a fermarsi all’attimo fuggente o a renderlo indeterminato, infinito. " Ecco, questa mostra chiede all’osservatore una partecipazione a-temporale o meglio, verticale del tempo, in cui tutto coesiste: Passato, Presente e Futuro, riprende la curatrice della mostra Mariaimma Gozzi.
 
 
Di certo il concept, ri-creato con seduttiva persuasione, conduce da una sala all’altra così come quando si sfoglia un libro di storia dell’Arte, e a chi volesse coglierne i caratteri salienti, a ogni sala sembrerà di voltare pagina, quando s’apriranno squarci scenografici e visionarie atmosfere pregne d’intenso chiarore epifanico. Le opere, nella molteplice vocazione del disegno, della pittura, della scultura e dell’incisione, possiedono il rigore ineludibile dell’armonia, ed esigono contemplazione e riflessione. Se la mostra testimonia un’inclinazione poliedrica degli artisti, v’è tuttavia una fiamma poetica unificante: l’aver studiato tutti all’Accademia di Belle Arti, incipit ed elemento sintomatico di chi non s’improvvisa artista e regala grande emozioni tramite la propria arte " .
 
Domenica 2 Maggio si apre con il Vernissage alle 16 a Palazzo Sforza Cesarini di Genzano, alla presenza di numerosi ospiti del mondo della cultura e dell'arte, gli autori, il sindaco Carlo Zoccolotti e le autorità locali. 

 

 
 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna