Zagarolo | Boxe, Michael Magnesi si conferma campione del Mondo Superpiuma. Stende Bulana dopo 47secondi

Pubblicato: Sabato, 24 Aprile 2021 - redazione sportiva
ZAGAROLO - Serata di sport internazionale in città
 
ilmamilio.it
 
 Michael Magnesi, il fortissimo pugile di Cave (Roma), si è confermato Campione del Mondo IBO dei pesi superpiuma. Sono bastati 47 secondi al pugile italiano per conservare la cintura iridata: tanto è durato il match contro il sudafricano Khanyile Bulana, andato in scena sul ring di Zagarolo.
 
Il ribattezzato "Lone Wolf" ha incominciato in maniera propositiva l’incontro. Ha subito costretto Bulana alle corde, ha lavorato benissimo ai fianchi dell’avversario e lo ha steso con un violentissimo gancio destro al volto. Il 29enne, che era alla sua prima uscita internazionale in carriera, è restato a terra fino al conteggio di “9”, l’arbitro gli ha intimato di venire avanti e lui non lo ha fatto. Per questo motivo l’arbitro stesso ha deciso di interrompere la contesa.
 
Finisce tutto rapidamente: neanche il tempo di iniziare e il 26enne laziale difende brillantemente la corona che aveva conquistato lo scorso 27 novembre a Fondi, quando sconfisse sempre per ko Patrick Kinigamazi. Tutto estremamente facile per il nostro portacolori, che conserva la sua imbattibilità (19 successi di cui 11 prima del limite) e ora può guardare con ottimismo al futuro. Michael Magnesi andrà infatti a combattere negli Stati Uniti d’America nel prossimo futuro, ha già degli accordi e il suo sogno è quello di affrontare Oscar Valdez, attuale Campione del Mondo WBC. Ai microfoni della Rai è stato molto chiaro: “Anche domani“. Ricordiamo che la IBO è la quinta sigla per importanza a livello globale, il pugile italiano può tranquillamente puntare più in alto e combattere per i titoli di primaria importanza (WBA, WBO, WBC, IBF).
 
Michael Magnesi si rende protagonista di un ingresso trionfale sul ring. Un’entrata in scena degna del miglior film di Hollywood. Il pugile italiano indossa dei calzoncini con ai lati del pelo che richiama al lupo (il suo soprannome), indossa una maschera da lupo . Sale sul rettangolo sfoggiando tutte le cinture vinte in carriera e insieme al suo entourage canta a squarciagola l’Inno di Mameli.
 
Il pugile cavese è molto motivato e chiude l’incontro in poco tempo . Bastano 47 secondi per stendere l’avversario con un gancio al volto e chiudere i conti. Festeggiato a fine match dalla moglie sua manager, dal suo entourage e dal sindaco di Zagarolo Emanuela Panzironi presente all'incontro. Poco prima dell'inizio del match c'era stato il taglio del nastro e l'inaugurazione del palazzetto dello sport di Zagarolo Valle Martella.

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna