I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Il nuovo ‘Porta a Porta’ a Grottaferrata: da gennaio si parte. Prime perplessità. Il nodo resta l’Isola Ecologica

GROTTAFERRATA (attualità) – Sui social si apre il dibattito. Ma un tema è fondamentale e ancora irrisolto

ilmamilio.it 

Clicca sull'immagine per scoprire Petra

Dal 15 gennaio 2018 l’amministrazione comunale intraprenderà un importante cambiamento nel servizio di raccolta dei rifiuti, volto – è la volontà – al potenziamento dell’attuale sistema di raccolta differenziata.

La novità è un unico calendario di raccolta per tutti. Niente più zona A o zona B. La raccolta dell’organico per le utenze domestiche scenderà a tre volte a settimana. Per quelle non domestiche sarà di sei volte a settimana nel periodo invernale e sette per quella estiva. Il sacco indifferenziato avrà frequenza di una volta a settimana, durante tutto l’anno.

tecnocasa2

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

Dai prossimi giorni sarà possibile ritirare il kit nell’Info Pont di Viale San Nilo. In questi giorni un volantino con orari e istruzioni è recapitato nelle case dei residenti. Prima dell’inizio del nuovo corso saranno indette riunioni e assemblee pubbliche. Incontri che probabilmente serviranno per chiarire alcuni aspetti che già ora stanno dividendo i cittadini.

Diversi grottaferratesi hanno già segnalato (un primo dibattito ha animato in tal senso il Gruppo Facebook “I love Grottaferrata”) che l’indifferenziato una volta a settimana e dell'organico rischia di creare disagi, secchioni in fila davanti ai condomini per giorni ed altri inconvenienti. Non mancano, comunque, anche i commenti positivi. Starà dunque al confronto tra le parti perfezionare in corsa la programmazione onde evitare particolari problemi prima della partenza di una fase non meno complicata delle precedenti. A Grottaferrata, infatti, quando la differenziata partì, si aggirava attorno al dato del 60%, una cifra crollata inesorabilmente nel corso degli ultimi anni fino a scendere al 50% (anche più giù).

Ora, con i nuovi provvedimenti, si vuole invertire la rotta.

agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

Tuttavia, qualsiasi novità giungerà a cambiare regole e ritmi, non darà risultati di molto maggiori a quelli attuali. A Grottaferrata purtroppo manca un’Isola ecologica a norma che possa sviluppare un percorso organizzato del rifiuto. Altri 200mila euro sono stati chiesti dal Comune alla Regione Lazio di recente (leggi articolo) per localizzare il nuovo impianto a Villa Senni. Ottimisticamente (troppo) l’attuale amministrazione ha inserito sul piano delle opere pubbliche triennali questa struttura già al primo anno. Fatto impossibile. Perché anche se l’area individuata soddisfa molto più di quella di Via delle Vascarelle (inizialmente voluta da un contestastissimo atto del Commissario Prefettizio), non si potrà non passare per l'iter di rito, il consiglio comunale e il confronto con i cittadini. Con tempi inevitabilmente più dilatati.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

 

Commenti   

0 #3 TOMTOMfatti& 2017-11-20 10:48
MISfatti, FOIA e fact checking : ff&gg, non dare ascolto agli ex indifferenziati!
Anche a noi l'ex 2010 raccontava che aveva lasciato la raccolta al 60% ..mentre erano al 100% già scappati!
Lo stesso contestava "chi" denunciava l'enorme debito e disavanzo lasciato. Non l'entità ma "chi" lo denunciava! Come se conoscerlo, avrebbe cambiato il debito in avanzo! Che figuranti!
L' ex continua ad imperversare sui social con informazioni artate. Sulla raccolta ff&gg, nostro candidato, a sostegno c'è il caffè castelli, che con le ripetute e puntuali "messe a confronto" su temi generali, riportava x gtf la percentuale del 32%=molto - del 50%!
Forse, forse e forse potrà esserci un concreto aumento, chiudendo l'export coni comuni limitrofi, ma fintanto che NON faranno il porta a porta anche loro.... se diminuirà la frequenza a gtf, aumenterà l' export nelle discariche abusive e nei comuni limitrofi, è lapalissiano cinici. Che genìa !
Citazione
+2 #2 Maurizio 2017-11-17 23:35
perché dite che viene potenziata visto che la raccolta viene dimezzata? l'umido passa da 5 a tre giorni, l'indifferenziata da 2 a 1.
è evidentemente un depotenzianento...
Citazione
0 #1 TOMTOMfatti& 2017-11-17 15:18
MISfatti, FOIA e fact checking giurin giurello ff&gg, nostro candidato, dal titolo avevamo con orrore una puntata del nuovo porta a porta = vespa!!!!!!
Poi abbiamo capito che.... ovviamente con lucentezza è stato almeno temerario ipotizzare ipotizzare la realizzazione dell'isola che non c'è. Ma tant'è!
FORSE forse è ancora forse, se il tesoretto accumulato al tempo del commissario, lo avessero dirottato per l'isola.. hai visto mai che in un anno!
Siamo degli inguaribili ingenui e loro&candidatialleregionalilz degli inguardabili cinici. Vuoi mettere un candidato dei cinici con questi ponti sulla marana nel curriculum?
Vuoi mettere l' effetto che fa quando... prima della campagna regionale, arrivano gli €uri?
Farlo con gli €uri propri è una cosa che sanno fare tutti. E proprio per questo contributi&debito tanto a pagare saranno gli altri! Dx&sx&... docet!
C'è un però, fino ad oggi l'enorme debito c'è, ma l'isola non c'è! Bravi!
Citazione