Locali affollatissimi, parchi e piazze strapieni: così in allegria verso il nuovo lockdown

Pubblicato: Sabato, 27 Febbraio 2021 - redazione attualità

FRASCATI (attualità) - Le ancora vigenti regole anti covid sono ampiamente irrispettate: i vaccini non arrivano e le varianti impazzano

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

In grande allegria e con completo sprezzo del pericolo che pure è arcinoto e con noi da un anno col suo carico di morte e dolore, si va verso un nuovo lockdown. Se sarà generale o a pezze cambia poco, perché quel che è chiaro - ed inevitabile - è che nei prossimi giorni si assisterà ad un diffuso cambio di colore delle nostre Regioni.

Il Lazio? Rischia grosso, esattamente come le altre. Scuole comprese.

parcoUlivi pubb3 ilmamilioseLasai ilmamilio

Eppure si continua a far finta che il pericolo non ci sia, che il virus sia morto e che, per riprendere un vecchio motto "coviddi un ce n'è". Bar e locali strapieni, anche grazie alle temperature miti di questi giorni, parchi pubblici affollati, strade e piazza gremite. Inutile scendere in particolari: i luoghi del ritrovo, soprattutto giovanile, sono ben noti e sono proprio quelli ad essere tra i più affollati. I gestori lamentano il poco lavoro e ragionano da cicale: meglio l'incasso oggi che la fame domani.

Ma l'inverno di nuove e dure restrizioni è dietro l'angolo e questo invece di consigliare alla prudenza esalta invece - da parte di tantissimi - la voglia di ragionare al momento. Come se non ci fosse un domani.

Chi dovrebbe controllare?

padel69 freeTime ilmamilioComunita Tuscolana banner

Basta fare un giro per rendersene conto: per giovani e giovanissimi la pandemia è come se non ci fosse mai stata, la percentuale di coloro che - al netto di sigarette e birre alla bocca - indossano le mascherine è bassissima. Del distanziamento non c'è diffusamente praticamente più traccia.

Siamo sull'orlo di un nuovo lockdown. Per colpa delle varianti, certo, ma anche e soprattutto di tutti coloro che le regole non vogliono rispettarle e che continuano a mettere a rischio la propria ma soprattutto la altrui. Anche quella dei commercianti, così convinti che sia meglio l'incasso immediato. E di prove ce ne sono centinaia.

 Le istituzioni locali balbettano poche ordinanze: a Bracciano il sindaco ha chiuso una piazza, altri colleghi un po' qua e un po' là hanno fatto altrettanto, a Frascati la commissaria ha vietato la vendita di alcol dopo le 18, ma siamo ai palliativi blandi.

Per toccare con mano le responsabilità, è sufficiente vedere foto ed immagini o, al più, farsi un giro. Magari per andare a fare spesa. E comprendere come - al netto delle gravissime e prioritarie colpe di chi continua a non far arrivare i vaccini - siamo ormai sull'orlo di un nuovo lungo periodo di restrizioni.

Alla faccia di tutti.

 Foto d'archivio

sportage pronta consegna mamilio dicembre

 tennis colline ilmamilio


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna