Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Grottaferrata | Garavini: "Non si utilizzi chiacchiericcio per distogliere i cittadini dai problemi della città"

Risultato immagini per garavini mamilioGROTTAFERRATA (attualità) - Il consigliere comunale di minoranza chiede attenzione sui temi reali
 
ilmamilio.it
 
"Ci auguriamo che si torni presto a fare politica seriamente e non si utilizzi il chiacchiericcio di paese, come già in passato è stato fatto, per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica da problematiche serie e scottanti per questa città. Speriamo che non sia un augurio vano.
 

parcoUlivi pubb3 ilmamilio

sportage pronta consegna mamilio dicembre

 
Commissioni Consiliari e Perimetrazioni dovevano essere le protagoniste di un Consiglio Comunale e non lo show con citazioni dantesche fuori luogo ed atteggiamenti da coda di paglia.
 
Anche il segretario comunale con la sua giusta interpretazione aveva cercato di ristabilire il giusto livello dentro un Consiglio Comunale dove l'art 53 (fatto personale) era stato tirato fuori dal cilindro per sviare argomenti seri.
 
Durante la discussione sull'assetto delle commissioni consiliari sono stato accusato da La Città al Governo di aver scagliato un nuovo attacco alla collega Rita Consoli, alludendo a “progettualità future” grazie alla “poltroncina” in commissione urbanistica. Se questa affermazione è stata percepita come un attacco personale, ne chiedo scusa a nome di tutto il gruppo #FareRete, c’è stata sicuramente una distorta interpretazione. Le mie sono state parole provocatorie riferite a presunte progettualità future di ordine meramente politico. Non era nostra intenzione calunniare nessuno p, non è nel mio stile, né in quello di #FareRete.
 
Avrei preferito si parlasse di democrazia e di giusta rappresentatività di tutte le forze politiche.
C'è un'errata, o comoda, interpretazione: in Consiglio 1 vale 1 a prescindere da mille o cento voti. È la legge, è la democrazia.
 
Avrei preferito si parlasse di politica al servizio dei cittadini e non di posti in commissione, tenuti stretti in barba ad ogni principio democratico.

padel69 freeTime ilmamilio

 
Noi di FareRete la soluzione l'avevamo proposta. Nuove votazioni per tutti i componenti di minoranza. Giusta rappresentatività e giusto spirito democratico.
 
La democrazia è materia alta e nobile e tutti hanno il dovere di rispettarla, sopratutto quando parlano da un seggio di un consiglio comunale.
 
Garavini, in conseguenza a questi giochi di piccolo potere, non è componente in nessuna commissione consiliare. E per i soloni della politica, questa è democrazia!
 
Per noi è invece un attentato alla democrazia, compiuto con ignavia e superficialità, dando spazio ad uno show da palcoscenico.
 
Avrei preferito si parlasse di Perimetrazioni e del giusto riconoscimento di uno strumento volto a tutela del territorio, dentro il quale tutti noi viviamo e che da questa amministrazione è stato totalmente abbandonato.
 
Tutto ciò reso possibile da chi non ha mantenuto fede ad un programma elettorale, non solo disattendendolo ma andandogli contro e da chi lo ha appoggiato non proponendo né realizzando una reale alternativa, lasciando spazio ad un frenetico ed indiscriminato ricorso al consumo di suolo.

Comunita Tuscolana banner

 
Noi di FareRete l'alternativa l'abbiamo proposta. Fare le perimetrazioni, localizzare le aree disegnando i confini e determinando così l'operatività da effettuare nel loro interno.
 
Continueremo a fare opposizione a questo scempio democratico, mettendo in campo progetti di partecipazione democratica, di condivisione di scelte difficili, riportando l'attenzione su una buona politica volta alla risoluzione dei problemi della città e non sul "fatto personale"(art.53)".

tennis colline ilmamilio