I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

Aviaria, scoperto un focolaio in un pollame a Tivoli: misure sanitarie straordinarie

ROMA (cronaca) – Torna l’allerta dopo anni di silenzio. Coinvolti 17 comuni nella provincia della Capitale

ilmamilio.it 

agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

La notizia è di poche ore fa. E’ stato scoperto un focolaio di influenza aviaria del sottotipo H5N8 nel pollame a Tivoli, in provincia di Roma. La Regione Lazio, si legge in una ordinanza del 9 novembre scorso firmata dal governatore Nicola Zingaretti, ha disposto "misure sanitarie straordinarie" tra cui l'istituzione di una "zona di protezione" che comprende parte dei territori di Tivoli, Castel Madama e Roma, e una "zona di sorveglianza" più ampia che coinvolge parte dei territori di 17 Comuni a est della Capitale.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

L'ordinanza prevede il censimento di tutte le aziende avicole e degli animali presenti, sopralluogo in tutte le aziende commerciali per sottoporre a esame clinico il pollame e divieto di trasporto di pollame, pulcini e uova salvo ok della Regione.

Nella zona di sorveglianza - raggio 10 chilometri dal focolaio - è vietata la movimentazione di pollame, pulcini e uova salvo autorizzazione della Regione, ma tale divieto non si applica al transito su strada o rotaia che non comporti scarichi o soste.

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

tecnocasa2

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna