I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Per info e segnalazioni contattaci via mail a redazione@ilmamilio.it oppure su whatsapp al 3319188520

Grottaferrata verso l’accoglienza di 76 migranti attraverso l’adesione allo Sprar

 

GROTTAFERRATA (attualità) - Approvata la prima delibera dalla Giunta Andreotti

ilmamilio.it 

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

La Giunta Andreotti ha approvato in sede di Giunta gli indirizzi per il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, prendendo le mosse dal progetto Sprar già avviato dal Commissario Prefettizio nel 2017. Il Comune ha licenziato il documento che sostanzialmente pone in essere le iniziative di comunicazione rivolte ai cittadini e associazioni affinché lo Sprar sia percepito - si legge nel documento - come ‘valore aggiunto’ e parte integrante del welfare locale in rado di apportare cambiamenti positivi e rafforzare la rete dei servizi di cui la comunità possa avvalersi.

tecnocasa2

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

La delibera indica che alla base del progetto siano poste le caratteristiche e le peculiarità del territorio nonché la vocazione, la capacità, le competenze dell’associazionismo locale, particolarmente numeroso ed attivo, tenendo altresì conto delle risorse professionali, strutturali ed economiche degli strumenti e delle strategie di politica sociale adottate egli anni e di privilegiare quale tipologia di destinatati quella dei nuclei familiari e nuclei familiari monoparentali da accogliere in appartamenti da reperire sul territorio mediante apposta ricerca di mercato, con i cui proprietari il Comune stipulerà contratto di locazione.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares
Qualora non si dovessero reperire appartamenti in numero sufficiente er la realizzazione del progetto il Comune ha stabilito che l’accoglienza possa aver luogo anche in più strutture, situate nel centro abitato o in località ben collegate da trasporto pubblico; che dette strutture abbiano i requisiti previsti dalla vigente normativa nazionale e regionale e quelli previsti nello specifico manuale operativo realizzato dall’Anci-Moinistro dell’Interno;  che non siano adiacenti, contigue o in commistione con altri centri di accoglienza; che tali condizioni debbano permanere per tutta la durata dell’affidamento; che il numero degli ospiti accolti non sia superiore a dieci per struttura.

agenzia servizi

Clicca per scoprire i servizi dell'Agenzia

La data di attivazione prevista è del 1° Luglio 2018. Il numero di soggetti ospitati sarà di 76. I servizi minimi garantiti saranno accoglienza materiale, accoglienza abitativa, assistenza a bambini e neonati, mediazione linguistico-culturale, orientamento e accesso ai servizi del territorio, inserimento scolastico per i minori, formazione e riqualficazione professionale, orientamento al lavoro, tirocini formativi, borse lavoro, accompagnamento all’inserimento abitativo, sostegno socio-psicologico, asssitenza legale.

Nella delibera è stabilito che saranno presentate alla Giunta le ipotesi di progetto elaborate entro  il 10 marzo 2018, al fine di consentirne la presentazione per il finanziamento nella data del 31 marzo 2018. Il progetto non comportetà oneri diretti a carico del bilancio dell’Ente, che assicurerà la propria quota di cofinanziamento, pari al 5%, mediante l’apporto lavorativo delle figure professionali e delle unità di personale coinvolte nel progetto.

 

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna