Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Volley Club Frascati (serie D), Armao: “L’avvio della C? Magari è un segnale”

FRASCATI -La serie D maschile del Volley Club Frascati “morde il freno”. Il gruppo di coach Orazio Speranza, fermo come tutti quelli “over” di pari categoria (e anche inferiori), è in attesa di un segnale dalla Federazione che recentemente ha dato il via libera all’inizio del campionato di serie C, il massimo torneo regionale che scenderà in campo nel week-end del 13 e 14 febbraio. “Magari può essere un segnale positivo pure per le altre categorie e quindi anche per la nostra - dice il palleggiatore classe 2001 Davide Armao - Intanto speriamo di poterci tornare ad allenare al più presto e poi incrociamo le dita anche per l’eventuale inizio del campionato, ovviamente con una formula particolare visti i mesi che abbiamo perso finora per giocare”. Il Volley Club Frascati ha allestito un gruppo competitivo: “La squadra è cambiata molto rispetto alla passata stagione – dice Armao – Sono arrivati atleti di esperienza che, tra l’altro, avrebbero potuto aiutare il percorso di crescita di noi giovani.

Nei primi periodi di allenamento la squadra dimostrava di avere tanta qualità e anche un buono stato di forma, poi purtroppo è arrivato lo stop e da qualche settimana mi sto allenando a casa da solo. Ma la passione è grande e non è stata intaccata da questa strana situazione”. Per il giovane palleggiatore si tratta del secondo anno nel club tuscolano: “Mi trovo bene in questo ambiente e anche il presidente Massimiliano Musetti è sempre disponibile. Inoltre già col gruppo della passata stagione, composto da diversi giovani, ero riuscito a trovare un buon feeling e quest’anno avevo iniziato allo stesso modo”. Tra i cambiamenti di quest’anno, anche quello del neo tecnico Orazio Speranza: “Il coach è stato un atleta di alto livello e tra l’altro ha giocato nel mio ruolo, quindi può darmi tantissimi consigli preziosi per la mia crescita tecnica. Il mio obiettivo è quello di migliorare sempre e di allenarmi duramente per riuscirci”.