Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

METEO SETTIMANA – Pausa anticiclonica, poi possibile irruzione molto fredda nel week-end. L’inverno farà sul serio

freddo gennaio1 ilmamilioROMA (meteo) - La tendenza non è ancora certa ma si attende un ulteriore irrigidimento delle temperature con possibilità di nevicate

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

L’inverno sembra far sul serio. Dopo un inizio mese all’insegna del tempo perturbato con irruzioni fredde di matrice artica e neve a bassa quota, l’inizio della nuova settimana si avvia con una pausa anticiclonica sull’Italia e temperature decisamente rigide.

 

 

parcoUlivi pubb3 ilmamilioseLasai ilmamilio

Strawarming sul comparto polare. Nel frattempo, è in corso un deciso raffreddamento tra la Russia e la penisola Scandinava, dove si sta estendendo un lobo del Vortice Polare (VP) precisamente sul comparto euroasiatico. Non entriamo troppo nel dettaglio della situazione sinottica, ma ebbene accennare che nei primi giorni di questo 2021, si sta verificando uno Strawarming, ovvero un riscaldamento della stratosfera in sede polare, che sta determinando uno split del VP, responsabile dell’inverno alle nostre latitudini. Proprio a causa di questo Strawarming, al Polo Nord è in formazione una struttura anticiclonica sia in stratosfera che nel piano immediatamente più basso, ovvero la troposfera. Ciò determina lo split (o divisione del VP) che tende a staccarsi dalla sua sede principale per raggiungere il continente euroasiatico e americano.

 

padel69 freeTime ilmamiliomaestre pie frascati ilmamilio

Non scendiamo troppo nei dettagli di questa disamina, ma possiamo dire che il ramo più freddo del VP si trova sul comparto euroasiatico. Non sono da escludere incursioni molto fredde e potenzialmente gelide anche sull’Italia per l’effetto dei complessi moti retrogradi (o antizonali) previsti nel corso dei prossimi giorni e settimane. La circolazione generale sull’Europa sarà propensa a disporsi in moto retrogrado, anziché con flusso zonale come nella normalità dei casi. Questo tipo di movimenti possono essere complessi da prevedere e costituiscono molte incertezze per i calcoli dei principali modelli matematici.

 

sportage pronta consegna mamilio dicembre

Situazione meteo per i prossimi giorni. Discutiamo la situazione sinottica prevista sull’Italia. Una parziale rimonta anticiclonica garantirà condizioni stabili sino a giovedì 14 gennaio, con molto freddo al mattino sulla provincia di Roma, dove avremo anche gelate sui settori interni appenninici e sui Castelli. Nei prossimi giorni l’alta pressione si estenderà sulle Isole Britanniche e la Penisola Scandinava facilitando l’arrivo di correnti molto fredde nord-orientali che lambiranno la provincia di Roma e avranno maggiori effetti sulle regioni adriatiche. Nel corso della giornata di giovedì 14 gennaio, una blanda depressione riuscirà a penetrare all’interno dell’alta pressione in seno al Mediterraneo centrale, quindi l’Italia, favorendo venerdì 15 gennaio il richiamo di parte del nucleo gelido sulla nostra Penisola.

Si attiveranno, con buona probabilità, venti molto freddi settentrionali. Per capire se il movimento di questa blanda depressione favorirà l’arrivo di precipitazioni anche sui settori tirrenici della nostra penisola, quindi il Lazio, dovremo aspettare i prossimi aggiornamenti con i calcoli della traiettoria da parte dei modelli numerici.

 

 

Attualmente con buona probabilità possiamo affermare che dal 15 gennaio si attiverà una fase molto fredda sulla nostra penisola, che potrebbe portare sorprese nevose sul nostro territorio. Aspettiamo comunque il normale e fisiologico decorso dell’atmosfera con i prossimi aggiornamenti da parte degli elaboratori numerici previsionali.

Gianluca Caucci, meteorologo

colline201023 ilmamilio