Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Pavona, residenti di via Roma bloccano di nuovo la strada per i liquami nei garage

 
  • ALBANO LAZIALE (attualità) - Residenti ancora in fase di protesta: denunciati

     

    ilmamilio.it

     

    Albano: sono di nuovo scesi in strada e hanno bloccato la circolazione stradale alcuni residenti di via Roma a Pavona, che hanno avuto lo straripamento dell'impianto fognario della loro palazzina. Nuovamente allagati i  garage con un fiume di liquami.

     

    Oggi pomeriggio intorno alle 15 alcuni residenti delle palazzine popolari, di proprietà del comune di Roma, hanno bloccato la strada con delle gomme vecchie, elettrodomestici e altro materiale di risulta.

     

     

    La polizia ed i carabinieri di Albano, unitamente alla polizia locale sono dovuti intervenire sul posto per evitare ulteriori disordini e chiudere le strade di accesso, come via del Mare e alcune stradine adiacenti.

     

    Sul posto anche il dirigente del commissariato di polizia di Albano, il vice questore Antonio Masala, che insieme ai suoi agenti e ai carabinieri hanno riportato la calma e fatto riaprire la strada rimuovendo gli pneumatici e il materiale di risulta che impediva la libera circolazione stradale. Come prevede la legge numero 66 (del decreto legislativo Salvini) saranno ora denunciati per interruzione della pubblica circolazione e blocco stradale gli autori della protesta improvvisa che è andata in scena da ieri sera a cui hanno partecipato una ventina di persone .