I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, presentazione del libro di Domenico Monteleone: "Scaglie di Cioccolata Fondente"

MARINO (eventi) - Presentazione presso la Sala Lepanto di Marino il 27 ottobre 2017 dalle 17:30

ilmamilio.it - comunicato stampa

“Un viaggio anticonformista. Un viaggio infinito, fatto di avventure, riflessioni, smisurati ritorni” come scrive lo stesso autore. Condito da analisi che toccano l’ambito politico, giudiziario, economico. Filosofico, anche. Perché al centro resta l’essenza della realtà, l’uomo. In tutte le sue più acute sfaccettature, forse anche le più paradossali e controverse. Questo, in sintesi (decisamente difficile, se non impossibile, racchiudere tutto in poche righe), il viaggio che offre Domenico Monteleone, nel suo libro “Scaglie di cioccolata fondente”, edito da Il seme bianco, in collaborazione con la Montevecchi Editore.

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011
Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

Un libro inaspettato, se vogliamo. Ma solo per chi si ferma all’apparenza. “Un avvocato che si cimenta in un’opera letteraria, ma come?”, qualcuno potrebbe domandarsi. Premessa, si potrebbe ancora pensare, per uno di quei “mattoni” impossibili da non risultare indigesti, in un mare di codicilli ed elucubrazioni logiche, proprie di chi si misura costantemente con leggi, codici e scartoffie infinite. Ecco, il libro di Monteleone non è nulla di questo. Impossibile, nello scorrere le pagine del libro, non ridere, non interrompersi nella lettura per rileggere passi quanto mai esilaranti (e spesso veri). Così come, però e soprattutto, è impossibile non fermarsi ripetutamente lì, al punto, oppure ancora lì, a fine capitolo, perché si è colti dal dubbio che qualcosa sia sfuggito, che al di là del racconto, spesso divertente come detto, ci sia altro, ci sia il vero leit-motiv del libro: un’analisi quasi ontologica di ciò che l’uomo è specie oggi, stretto da una vita che spesso è insoddisfazione e un’oppressione esercitata da pochi.

 

tecnocasa2

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura