I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Albano Laziale, Nardi (M5S): “Salviamo il lago, ecco le misure da adottare subito”. Calo delle acque ha raggiunto sette metri

ALBANO LAZIALE (politica) - Situazione quasi al collasso, il consigliere pentastellato lancia l'allarme

ilmamilio.it

"È di questi giorni la notizia che ACEA sta effettuando dei lavori di risistemazione delle condotte di trasporto dell’acqua dal Pozzo Sforza Cesarini che preleva direttamente dal Lago Albano e serve il Comune di Castel Gandolfo e le utenze del lungolago, Ariccia e Albano.

freeTime1 ilmamilio

201006 petra

Le condotte hanno una capacità totale di prelievo di 30 litri/secondo che in 24 ore possono emungere dal bacino ben 2.592.000 litri di acqua. L’emorragia del Lago Albano non si arresta e il calo del livello delle acque ha raggiunto ormai abbondantemente i 7 metri". Così Luca Nardi, consigliere comunale M5S ad Albano Laziale.

"Se a ciò aggiungiamo - prosegue - il prosciugamento progressivo per via dei pozzi delle sorgenti sotterranee e del calo dei livelli della falda, i prelevamenti dei Canadair, il calo delle piogge e l’aumento probabile del fenomeno di evotraspirazione,  è allora lecito prefigurare per il nostro Lago uno scenario apocalittico e nefasto. Inoltre, il calo del livello delle acque sta innescando un fenomeno molto pericoloso di rilassamento dei costoni dovuto alla mancanza di pressione che l’acqua esercitava e stiamo assistendo a numerosi eventi franosi".

banner Mamilio 2

Il consigliere si chiede: "Cosa si è fatto in questi 20 anni?  Eppure le azioni da compiere per arrestare il disastro e scongiurare la fine del Lago sono ormai note da decenni!  E’ quindi nostro dovere di cittadini fare pressione affinché il nostro territorio non venga distrutto e chiedere con forza a tutte le rappresentanze dei vari livelli istituzionali l’adozione urgente delle seguenti misure:  Stop a nuove cementificazioni, Opere di canalizzazione delle acque meteoriche per favorire e potenziare la ruscellazione verso il bacino, Campagna di comunicazione per la riduzione dei consumi di acqua, Riduzione progressiva dei prelievi diretti, Incentivi per la riqualificazione delle colture vitivinicole a scapito di coltivazioni che richiedono una irrigazione più consistente, Lotta ai pozzi abusivi, Valutazione di progetti per la depurazione delle acque chiare e la reimmissione nel bacino".

"Come per il nostro pianeta non c’è molto tempo - conclude - occorre la volontà!".

colline torneo4 ilmamili

sportage agosto ilmamilio