Ssd Colonna (calcio, Under 16 prov.), Raponi: “Obiettivo? Crescere settimana dopo settimana”

COLONNA - L’Under 16 provinciale del Colonna si sta “facendo le ossa” in questo pre-campionato. La squadra di mister Sergio Raponi sta affrontando tutte avversarie di spessore: è capitato così nell’ultimo test-match contro la Magnitudo (che si è imposta 1-0) e la storia si ripeterà nelle prossime amichevoli con i gruppi regionali del Città di Valmontone e del Cisco Collatino.

“I ragazzi non devono badare troppo al risultato in questa fase, ma devono pensare semplicemente a mettere “benzina nelle gambe” e a crescere dal punto di vista dell’amalgama – spiega l’allenatore – Tra l’altro questa squadra è stata abbastanza rinnovata in estate, pur avendo mantenuto l’ossatura del vecchio gruppo che con l’Under 15 ha terminato a metà classifica con un buon passo prima dell’interruzione per il Covid. Grazie anche al lavoro del direttore generale David Pinci abbiamo fatto anche qualche innesto e molti dei nuovi provengono dal calcio a 5, quindi c’è bisogno di un periodo di “assestamento” ad una disciplina che sembra simile, ma in realtà è totalmente diversa. Queste amichevoli servono soprattutto a questi ragazzi per entrare nell’ottica calcistica e per questo ribadisco che il risultato ha un valore relativo”.

Assieme al preparatore Giacomo Perno, l’allenatore ha studiato un particolare tipo di preparazione: “Stiamo facendo un lavoro atletico più graduale rispetto al solito – conferma Raponi – D’altronde il campionato inizierà il week-end del 7 e 8 novembre e questi ragazzi arrivano da un lungo periodo di stop causa Covid, quindi stiamo calibrando i carichi”. Sugli obiettivi stagionali dell’Under 16 l’allenatore rimane generico: “Dobbiamo pensare a migliorare settimana dopo settimana sia dal punto di vista tecnico che tattico e fisico, provando a crescere rispetto alla scorsa stagione”. Raponi lavorerà anche quest’anno da coordinatore della Scuola calcio con Mimmo Fiorenza che ricoprirà ancora la figura di direttore tecnico: “Sinceramente pensavamo che i problemi causati dal Covid potessero influire di più sulla scelta delle famiglie che invece ci hanno premiato con evidente stima e noi cercheremo di ripagare questa fiducia”.

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna