I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Test IETLS, ecco alcuni consigli su come affrontarlo

pronuncia inglese ilmamilioROMA (attualità) - Una certificazione del livello di inglese importante nello studio e nel lavoro

ilmamilio.it

L’universo delle certificazioni legate alla lingua inglese è sempre più vario, ma anche sempre più richiesto, in modo particolare da tanti studenti, che sono sempre alla ricerca di una certificazione che attesti un ottimo livello di inglese.

Gran parte degli universitari, ma anche un numero sempre più crescente degli impiegati italiani, punta proprio sulla certificazione Ielts per migliorare il proprio curriculum.

Il punteggio necessario per passare l’esame

Il test IELTS, che tra l’altro si può svolgere con Wall Street English, centro autorizzato che si trova a Milano, come anche gli altri relativi alle lingue, va a valutare i candidati in relazione a delle categorie di punteggio che sono legati ai differenti livelli di inglese che sono espressi all’interno del Quadro Comune Europeo.

Nella maggior parte dei casi, in ambito universitario, la richiesta è quella di un livello almeno B2, con un punteggio Ielts che è compreso tra 5,5 e 6,5. Dal punto di vista lavorativo, invece, è chiaro che le cose cambiano.

Il livello di partenza

È chiaro che, a fare la differenza, è sicuramente il livello di conoscenza dell’inglese, che ha un ruolo di primo piano. Per questo motivo, è fondamentale, prima di affrontare qualsiasi esame, sapere alla perfezione il livello di base da cui si parte, per poter pensare a come e cosa studiare per raggiungere l’obiettivo stabilito di conseguenza.

Il percorso per poter arrivare al livello B1 o B2, e ovviamente il C1, è particolarmente lungo e decisamente ricco di ostacoli. Attenzione, però, visto che la verifica delle proprie conoscenze basiche, non ha lo scopo di portare a pensare come sia impossibile raggiungere certi livelli senza un’adeguata base, quanto piuttosto di stabilire quali sia l’arco temporale da rispettare per poter migliorare e ambire a ottenere, certificazione dopo certificazione, un livello sempre più alto di inglese.

State preparando in maniera corretta l’esame?

È una delle domande più importanti, anche perché se non comprendete immediatamente che, per poter superare l’esame, serve studiare e avere un’ottima preparazione. In caso contrario, sicuramente verrete rispediti al mittente nel momento in cui affronterete l’esame Ielts. Pensate che senza avere una preparazione adatta all’esame, potreste non riuscire di passare l’esame anche nel caso in cui abbiate un livello di inglese sufficiente per poter ambire al punteggio richiesto.

È molto importante avere delle idee ben precise su quello che vi attende all’esame, soprattutto dal punto di vista delle tempistiche. Stesso discorso sul numero di prove presente e sulla loro struttura. Sembra strano, eppure se non vi siete preparati a realizzare un saggio di quantomeno 250 parole, sfruttando un po’ tutto il vocabolario a disposizione, scordatevi di superare con esito positivo la prova.

Ed è un suggerimento che ovviamente si deve sfruttare anche nelle altre prove. Basta pensare al Listening: le varie registrazioni vengono fatte ascoltare solamente una volta e, di conseguenza, è fondamentale essere abituati a rispondere immediatamente alle varie domande, oppure bisogna capire le modalità migliori per prendere appunti subito, evitando poi di scordarsi dei dettagli importanti. Anche in riferimento allo Speaking, è fondamentale prepararsi adeguatamente, per non arrivare spaesati e senza idee quando serve mettere in mostra tutte le proprie capacità di conservazione con un ampio vocabolario e una notevole attenzione verso stile di esposizione e pronuncia.