I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ardea: nuovo atto vandalico, scuola di via Tanaro chiusa fino al 27. Ma le telecamere erano spente

ardea comuneARDEA (attualità) - Il sindaco avvia un'indagine interna per capire perché la videosorvegliana installata un mese fa

ilmamilio.it - comunicato stampa

Il sindaco di Ardea Mario Savarese ha disposto la chiusura dell'edificio scolastico vecchio di via Tanaro da oggi fino al prossimo 27 ottobre. E' quanto scritto in un'ordinanza a seguito dell'atto vandalico che ha colpito l'istituto. “Da quando sono diventato sindaco di questa città mi sono reso conto di un male atavico, difficile da estirpare – ha spiegato Mario Savarese – La malattia non è solo quella dell'inciviltà di alcuni, ma anche della poca cura che si ha delle cose comuni".

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011
Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

"E le colpe vanno individuate non solo tra queste persone che da anni devastano le nostre scuole ma anche da parte di chi, per questioni varie, pensa che il tempo non corra e tutti i giorni siano uguali. Per questo ho deciso di avviare una indagine interna all'ente per capire perché le telecamere sul plesso di via Tanaro, già montate a settembre, non siano state attivate. E' una domanda che dovrebbero porsi le istituzioni. Una situazione del genere è una assurdità di questo paese, dove a quanto pare non solo i debiti sono stati messi sotto il tappeto. Un sindaco non deve coprire gli errori della pubblica amministrazione ma, come rappresentante dei cittadini, deve fare in modo che la Pa possa colmare le sue lacune".

tecnocasa2"Io non intendo passarci sopra e non penso sia opportuno, per la comunità, che passi impunita una tale negligenza. Mi scuso con tutta la cittadinanza, ma soprattutto con i bambini e i docenti dell'istituto, se dovremo dar loro altri disagi e se dovranno perdere un'altra settimana di scuola”. 

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura