I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, discariche a cielo aperto in via Tanzi: 4 mesi di segnalazioni nel vuoto

GROTTAFERRATA (attualità) – Situazione ormai preoccupante: c’è anche eternit

ilmamilio.it

4 segnalazioni nel periodo 10 aprile-7 giugno, un’interrogazione e l’ordinanza n. 93 del 25 giugno 2020: i rifiuti sono sempre in bella mostra al loro posto. Questa la situazione di Via Tanzi, denunciata ancora una volta dall’ex sindaco Giampiero Fontana.

“Il 28 luglio scorso, inoltre – scrive - il sindaco riferiva che, a quella data, i soggetti individuati non avevano provveduto nei termini indicati nella citata ordinanza e, conseguentemente, il comune stava predisponendo la rimozione dei rifiuti “in danno” (con spese successivamente poste a carico dei responsabili)”.

acea3 ilmamilio

sportage agosto ilmamilio

A quasi due mesi da quanto riferito dal sindaco ed a oltre 6 mesi dalla prima segnalazione, i rifiuti, anziché essere stati rimossi, aumentano, con ulteriori sversamenti ed abbandoni in altri punti di via pietro tanzi, oramai diventata ricettacolo di sempre più numerose discariche a cielo aperto, con presenza di rifiuti pericolosi (eternit).

“La città – prosegue Fontana - è in evidente stato di abbandono, anche nelle vie del centro e lungo le strade di attraversamento del territorio. Il bando per l’affido della gestione del servizio raccolta rifiuti, per i prossimi dieci anni, è oggetto di un ricorso al tar da parte dell’impresa seconda classificata (il prossimo 14 ottobre l’udienza di merito). L’attuale gestore, nonché vincitore provvisorio del nuovo bando decennale (ancorché sospeso in attesa del giudizio del tar), avrebbe dovuto giá intervenire per la rimozione dei rifiuti “non speciali”, a mente del vigente capitolato d’appalto. Tuttavia – aggiunge Fontana - i cumuli di rifiuti giacciono nei medesimi punti dove si trovavano ancora prima del mese di aprile. e come detto, lungo via Tanzi si possono scorgere nuovi punti in cui sono abbandonati rifiuti di ogni specie”.

banner Mamilio 2nuoto colline ilmamilio

“A chi compete la vigilanza? Perché l’amministrazione comunale non interviene “in danno” dei responsabili?” - domanda l’ex sindaco - “eppure il termine perentorio intimato nell’ordinanza n. 93 (giorni 15 dalla notifica dell’atto datato 25 giugno…) è abbondantemente scaduto. e sono altresí trascorsi quasi due mesi dalla comunicazione del 28 luglio, in cui il sindaco assicurava che si stava provvedendo. Lo stesso sindaco, a suo tempo, aveva assicurato che sarebbe stato realizzato un servizio di videosorveglianza, con fototrappole e videocamere, per individuare i responsabili e prevenire nuovi abbandoni di rifiuti”.

“Nulla di nulla – conclude - le discariche abusive in via Tanzi permangono, anzi aumentano, nella consueta indifferenza generale degli “addetti ai lavori”…”.


Commenti   

0 #1 whistleblower 2020-09-19 08:33
i soffiatori di fischietti fischiano al principio della parsimonia
Quel principio che a Grottaferrata la politica dei politicanti (dx&sx&company) adotta
"quando c'è da risolvere un problema, la soluzione " a parità di risultati è quella "
più semplice ;-) " = non fare nulla, non dare risposte e soprattutto evitare le domande
Quando le domande vengono poste dagli EX&già sono sostanzialmente sempre le stesse :eek: di quando gli EX&già S-governavano "non rispondendo mai" :cry:
"uccelli senza zucchero" per i politicanti fuori&dentro il palazzo da quando ilmamilio & company hanno iniziato a fare&rifare le domande giuste&necessarie
God save the community of Grottaferrata dai politici parsimoniosi nelle risposte
Citazione