I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Velletri, Mauro Leoni (Pd): “Servadio parla male di chi gli ha permesso di governare 10 anni”

VELLETRI (politica) - L'ex sindaco ha espresso il proprio dissenso verso l'attuale amministrazione guidata dal primo cittadino Orlando Pocci

ilmamilio.it - nota stampa

Dal capogruppo del Partito Democratico nel consiglio comunale di Velletri, Mauro Leoni, riceviamo e pubblichiamo.

“Ritengo corretto esprimere una posizione come capogruppo del Partito Democratico, circa le esternazioni dell’ex Sindaco Fausto Servadio, lo faccio con l’amarezza e la consapevolezza di una convinzione, quella della totale vicinanza alle istituzioni attuali, al Sindaco ed alla persona Orlando Pocci, non tanto per atto dovuto ma per il disaccordo verso un modo di affrontare le questioni, che non fanno bene alla politica, all’essere umano e favorisce soltanto clima di odio, e crescita di quell’antipolitica per cui la misura è colma e rischia di mettere in pericolo le fondamenta della democrazia.

acea3 ilmamilio
Esternazioni gratuite sia dal punto umano che politico verso un sindaco, i suoi assessori, i suoi consiglieri, tutti eletti democraticamente dai cittadini a cui dovranno chiedere conto del proprio operato, non il prossimo mese , ma tra tre anni. Certo tre anni visto che questa amministrazione, rinnovata per 9 consiglieri su 17, governa la città da 2 anni.

sportage agosto ilmamilio
Due anni dove, onestà intellettuale vuole, bisogna fare un doveroso esercizio di memoria e prendere atto che maledettamente tutto è iniziato in salita, due mesi per risolvere le aspettative assurde dell’ ex sindaco, con volontà a continuare ad amministrare la città, 6 mesi a difendersi da nefandezze che mai in politica si erano verificate, con una chiara volontà a dare una spallata anche con sfaccettature trasversali a chi legittimamente aveva vinto le elezioni.
Poi, viste le varie sentenze che davano ragione all’onesta politica ed umana degli attuali amministratori, la tegola del COVID 19 si è abbattuta nel mese di febbraio su tutta la macchina amministrativa, bloccandone di fatto ormai da 6 mesi le più elementari azioni che potessero mettere una sana amministrazione nella condizione di programmare ed operare.

borelli banner new ilmamilio
Nessuna giustificazione, piuttosto la triste consapevolezza che quanto predetto, conta 14 mesi su 26, perciò tutto quello che si è messo in campo e che comincia a dare i primi segnali, è stato fatto con una serenità condizionata e ridotta.
Rispetto a considerazioni di un così basso profilo, esse non fanno onore a chi si è approcciato alla politica partitica ed amministrativa completamente acerbo, che sin dal primo momento ha trovato disponibilità e supporto anche dall’ultimo degli iscritti nel Partito Democratico, che è stato sostenuto per vincere le primarie, sostegno senza il quale, la storia avrebbe preso strade completamente diverse. Invece, portato alla vittoria, ha governato una città per 10 anni, supportato, proprio da tanti consiglieri ed assessori, molte volte chiusi in gabbia rispetto a coinvolgimento e libere decisioni.

zoccolotti
È brutto assistere oggi a ciò che è accaduto e veder riservare ad alcuni di quegli amministratori, un trattamento sconsiderato, irrazionale, che denota e conferma la debolezza dell’uomo, la mancata maturità nei rapporti, la incapacità a difendere azioni, che non fa mai l’uomo solo al comando, che andrebbero anche riconosciute per correttezza a chi, con egli le ha sostenute nelle scelte in giunta e tra i banchi dell’allora Consiglio Comunale.
Un articolo così fuori luogo, non aiuta l’uomo, né la figura politica “Servadio” che al contrario dei suoi predecessori, è riconosciuto il titolo di “Personalità Illustre” da componenti di quella sua maggioranza di allora e che lui stesso oggi offende.
Un capitombolo che poteva essere evitato, nella consapevolezza che, nel rispetto di eventuali altre posizioni critiche e costruttive verso l’operato messo in campo fino ad adesso, un’analisi di metà mandato poteva essere affrontata e sicuramente avrebbe ricevuto quella giusta attenzione dovuta, ci sarebbe stata la massima disponibilità di tutti.
Ciò non è accaduto, anzi abbiamo assistito alla più povera e triste posizione politica mai verificatasi nel tempo da qualsiasi sindaco, nei confronti di una comunità che comunque con senso di sacrificio, tutti i giorni ci mette la faccia, consapevoli sicuramente di non essere i migliori ma sicuramente onesti e con tanta voglia di fare, che lottano sistematicamente con burocrazia e normative assurde.
Dovremmo e potremmo scendere al livello di questa brutta pagina di storia politica della città, affrontando punto per punto smontandolo con argomentazioni concrete e reali, come si addice a chi in prima linea, conosce gli argomenti uno per uno, cosciente delle singole complessità ed a volte i bocconi amari che bisogna inghiottire, non lo facciamo, siamo altra cosa, vogliamo essere altra cosa!
Continueremo ad operare esclusivamente per il bene della nostra città, aperti al confronto, allo scontro politico aspro ma rispettoso di chi non condivide il nostro percorso, lo faremo trasmettendo il messaggio che una buona politica esiste, che siamo capaci ad assumerci le nostre responsabilità coscienti del mandato democratico datoci dagli elettori di Velletri e con questa forza, convinti che non saranno le spallate, ormai presenti da due anni a farci traballare, ne degli amici ne degli avversari politici.
Voglio finire con un grande in bocca al lupo all’uomo politico “Servadio” sperando che sia egli stesso capace di rivedere con umiltà quelle posizioni che oggi segnano un tono di grigio del suo passato politico”.

banner Mamilio 2

 

nuoto colline ilmamilio

 

vivace2020 ilmamilio

patrignani1 albano ilmamilio

 

staccoli

banner danilo
cetroni banner ilmamiliocoppola2 ilmamiliocasciotti donatella ilmamiliocalcagni banner roccadipapa ilmamiliobanner croce ilmamilio