Castel Gandolfo, M5S: “Che fine ha fatto il Consiglio dei Giovani?”

Pubblicato: Sabato, 21 Ottobre 2017 - redazione politica

CASTEL GANDOLFO (eventi) – Il quesito del movimento su un progetto del 2008

ilmamilio.it - comunicazione del M5S

“Era nato con sani principi e poteva essere il primo passo verso la costruzione di una cittadinanza attiva e partecipativa e si poneva come ottimo strumento atto a rafforzare il coinvolgimento dei giovani nella vita politica locale.

È passato già qualche anno da quando la Regione Lazio promosse la partecipazione istituzionale dei giovani (dai 15 ai 25 anni), dei bambini e dei ragazzi alla vita politica e amministrativa delle comunità locali. Ed è passato altrettanto tempo da quel 20 marzo 2008, e cioè da quando il Consiglio Comunale di Castel Gandolfo, con la Delibera nr. 7, approvò il “Regolamento istitutivo del Consiglio dei Giovani”.

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011
Tra le finalità di questo importante progetto (all'art. 1), che si pone come organo consultivo del Consiglio Comunale, di natura preventiva e obbligatoria su tutti gli atti amministrativi varati dal Comune (http://www.regione.lazio.it/rl_giovani/?vw=contenutidettaglio&id=8), vi era quello di “favorire la libera espressione del loro punto di vista su tutte le questioni che riguardano il territorio comunale/sovracomunale/municipale, con particolare attenzione a quelle di interesse giovanile”… in parole povere “Democrazia partecipata”. Le stesse parole che vengono usate a pagina 3 delle linee programmatiche che il nostro Primo Cittadino ci ha diligentemente letto in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

Ma chi era l’Assessore alle politiche sociali nel 2008? Chi era deputato a seguire il progetto approvato in quell’anno dal Consiglio Comunale? Question time, sedute del Consiglio Comunale in streaming, bilancio partecipato sono tutti strumenti di democrazia partecipata che speriamo di cuore lei riesca a portare a termine, ma – sinceramente – abbiamo i nostri dubbi visto che non è riuscita nemmeno a seguire lo splendido progetto del "Consiglio Comunale dei Giovani".
 
A Castel Gandolfo, tutto ciò che è splendido, finisce con il diventare un fuoco di paglia che attira consensi, ma che inesorabilmente, nel giro di qualche mese, si spegne come ogni bella iniziativa". Buon lavoro”.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna