Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Monte Compatri, minoranza: “Ritorno a scuola degli alunni di Laghetto traumatico. Comune decide trasferimento studenti al centro, sopra un supermercato”

 

MONTE COMPATRI (attualità) - Minoranza fortemente preoccupata, genitori anche

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo:

"Nel Consiglio comunale di ieri, Lunedì 17 Agosto, mentre fuori da Palazzo Borghese alcuni genitori manifestavano tutto il loro disappunto per una decisione sbagliata, confusa e deficitaria in termini di strategia e di visione, la maggioranza guidata dal Sindaco D’Acuti bocciava la nostra mozione che avrebbe scongiurato il trasferimento di circa 188 alunni dalla frazione di Laghetto al centro urbano.

LA NOSTRA SOLUZIONE, BOCCIATA DALLA MAGGIORANZA CONSILIARE

Abbiamo proposto di utilizzare dei moduli prefabbricati da installare direttamente nella Frazione di Laghetto: una soluzione temporanea ottimale. Le attuali tecniche di costruzione e i costi ragionevoli avrebbero permesso di avere locali sicuri, accoglienti e corrispondenti alle norme urbanistiche.

Nulla di straordinario: in piena emergenza sanitaria molti Comuni in Italia stanno adottando la stessa soluzione.

TUTTE LE LACUNE DI UNA SCELTA SCELLERATA

Nel Consiglio comunale di ieri, durante la discussione, abbiamo puntualmente elencato tutte quelle gravi problematiche che possono mettere in serio pericolo il normale svolgimento dell'attività didattica, in base della scelta di trasferire gli alunni di Laghetto nel centro urbano, ogni mattina.

veleno frascati banner ilmamilio

TRASPORTO: abbiamo evidenziato diverse problematiche. Innanzitutto nell’organizzazione dei parcheggi e nelle tempistiche del trasporto. In più, vista la presenza di diversi sottopassi, i bus saranno costretti a percorrere percorsi alternativi, ne consegue il mancato rispetto da quanto previsto dal DPCM in merito ai tempi di trasferimento.

ATTIVITÀ DIDATTICHE: abbiamo sottolineato il rischio promiscuità con le altre attività didattiche.

COSTI: tra affitto, assicurazione, trasferimento bus e lavori di adeguamento, questa operazione costerà alle casse comunali circa 250.000 €.

sportage agosto ilmamilio

TERMINI DI PAGAMENTO: al 15 Novembre, oltre alla caparra, il Comune dovrà versare ben 5 mensilità al locatore dei locali che si trovano sopra il supermercato TODIS. Al 31 Marzo dell'anno successivo dovrà liquidare in un'unica soluzione le restanti 7 mensilità.

Non si capisce, inoltre, il reale motivo per cui venga sottoscritto un contratto di locazione, con scadenza 25 Agosto, quando la fine dell'anno scolastico è programmata per il 6 Giugno.

Infine, la MANCANZA DI COMUNICAZIONE: soltanto il 25 Luglio i genitori degli alunni di Laghetto hanno saputo cosa aveva in serbo l’Amministrazione comunale per la ripresa della scuola. Crediamo che scelte del genere vadano condivise innanzitutto con le famiglie e l’istituzione scolastica, poi in Commissione e con tutti gli organi politici di Monte Compatri.

A fronte di tutto ciò, sottolineando ancora una volta l’incapacità di chi amministra Monte Compatri nel trovare soluzioni adeguate ad emergenze e/o situazioni straordinarie, desideriamo ringraziare i genitori degli studenti di Laghetto.

Il 17 Agosto, di primo mattino, abbiamo osservato questi ultimi chiedere a gran voce una soluzione alternativa alle legittime aspettative di una frazione. Peccato che nessuno abbia dato loro un seguito.

Da parte nostra osserviamo, ancora una volta, che il Consiglio comunale si è capovolto. La minoranza porta in aula proposte sensate, la maggioranza si trincera nelle sue perverse convinzioni, senza ascoltare e senza condividere. Il tutto sulla pelle dei nostri concittadini".