I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Andrea Pirlo allenatore della Juventus. La nuova avventura di un grande campione, la scommessa della Signora

pirlojuventusUn altro protagonista del Mondiale 2006 prende una panchina della serie A

ilmamilio.it

La Juventus esonera Maurizio Sarri, Andrea Pirlo prenderà il suo posto. La decisione è arrivata dopo l'eliminazione della Juventus dalla Champions League per mano del Lione.

La Juventus, sul proprio sito, "ringrazia il tecnico Sarri per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano".

veleno frascati banner ilmamilio

Era dal 2011 che la Juventus non esonerava il suo allenatore. Prima di Maurizio Sarri, l'ultimo è stato Gigi Delneri, che concluse la sua avventura sotto la Mole dopo un deludente settimo posto nove anni fa. Poi iniziarono i cicli con Antonio Conte e Massimiliano Allegri, chiusi consensualmente. Pirlo ha carte in regola per nuovi successi La scelta di affidare la guida tecnica della Juventus ad Andrea Pirlo "si basa sulla convinzione che abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi".

Lo sostiene il club bianconero che con l'ex centrocampista ha sottoscritto un biennale. 

La Juventus punta quindi sulla scommessa 'fatta in casa', affidando la sua squadra a un grande campione che allenatore già lo era in campo. Un uomo che conosce bene l'ambiente, misura (molto) le parole, conosce lo stile Juve e lo sa interpretare. Un professionista che sa cosa vuole la società e cosa vogliono i tifosi. L'idea Pirlo forse è nata per questo, nella dirigenza bianconera, ovvero per dare subito una sterzata all'ambiente e, perché no, dare l'esempio mettendo in mano la squadra più forte e titolata d'Italia ad un allenatore italiano alla prima esperienza su una panchina da professionista, con tutti i rischi calcolati. 

Il prossimo anno, con lui in panchina, ci sarà sicuramente un motivo in più di curiosità. 

sportage agosto ilmamilio