I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ostia, controlli dei Carabinieri: 8 persone arrestate e 3 denunciate

Rocca di Papa, Carabinieri di Frascati arrestano pusher di cocaina ...OSTIA (CRONACA) – Un altro fine settimana di interventi

ilmamilio.it - nota stampa Comando dei Carabinieri

Proseguono senza sosta i servizi di controllo del territorio dei Carabinieri di Ostia. Nelle ultime ore, sono state 8 le persone finite in manette, altre 3 quelle denunciate a piede libero.

Nel corso di uno specifico servizio, i Carabinieri della Stazione di Fregene hanno perquisito l’abitazione di una famiglia del posto dove, da qualche giorno, i militari avevano notato un insolito via vai di persone: il sospetto è che alla base di quei movimenti nella casa - occupata da padre e figlio – potesse celarsi qualche attività illecita. Per questo motivo, i Carabinieri hanno deciso di eseguire una perquisizione, all’esito della quale i due congiunti, di 56 e 25 anni, entrambi pregiudicati, sono stati trovati in possesso di 30 grammi tra hashish e marijuana, già suddivisi in dosi, nonché tutto il materiale utile al confezionamento della droga. I pusher sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa delle decisioni del magistrato.

sportage agosto ilmamilio

Sempre i Carabinieri di Fregene sono intervenuti nella notte a seguito di una segnalazione di disturbo della quiete pubblica. Sul posto, i militari hanno individuato un 26enne del posto che, in evidente stato di alterazione psicofisica, si stava aggirando nel centro abitato urlando frasi sconnesse. I militari sono riusciti, non senza qualche difficoltà, a ricondurlo alla calma. Il giovane è stato denunciato a piede libero.

Ancora, i Carabinieri di Fregene hanno arrestato, su disposizione del Tribunale di Civitavecchia, un pregiudicato di 36 anni risultato, a seguito di un’attività d’indagine, responsabile di un tentativo di estorsione commesso a febbraio scorso ai danni di un suo conoscente. L’uomo, in più occasioni, aveva minacciato la vittima, anche con una pistola, per farsi consegnare del denaro che avrebbe utilizzato per acquistare sostanze stupefacenti. L’A.G., condividendo le risultanze investigative dei Carabinieri, ha disposto per il 36enne l’arresto e dopo averlo rintracciato in un bed & breakfast di Fiumicino, i Carabinieri lo hanno posto agli arresti domiciliari.

veleno frascati banner ilmamilio

I Carabinieri di Ostia, su disposizione della Corte d’Appello di Roma, hanno arrestato un ragazzo di 27 anni. Il giovane, già sottoposto al divieto di avvicinamento alla madre per pregressi episodi di maltrattamenti, si è ugualmente recato presso l’abitazione della donna nel tentativo di estorcerle denaro per acquistare delle dosi di droga. I militari hanno relazionato la vicenda all’A.G. che, ritenendo inefficace la misura precedentemente comminata al malfattore, ne ha disposto l’immediata carcerazione. Il giovane si trova ora nel carcere di Regina Coeli.

I Carabinieri della Stazione di Fregene sono riusciti ad identificare la responsabile del furto di un prezioso orologio ai danni di un anziano, avvenuto nella mattinata di ieri. La ladra - una cittadina romena di 27 anni domiciliata a Bologna, ove è sottoposta all’obbligo di dimora – insieme a 2 complici, ha avvicinato la vittima a bordo di un’auto, strappandogli dal polso un orologio del valore di 8.000 euro. Le indagini scattate subito dopo il colpo, corroborate anche da accertamenti tecnici, hanno consentito di individuare la donna, che è stata denunciata a piede libero per rapina. Sono tuttora in corso le ricerche dei suoi complici.

I Carabinieri di Ponte Galeria, nel corso di un servizio di controllo alla circolazione stradale, hanno fermato una vettura con a bordo un giovane residente nel quartiere romano di San Giovanni. Il 27enne romano, incensurato, che si trovava alla guida è apparso da subito molto agitato, motivo che ha spinto i militari ad approfondire le verifiche. Nel corso della perquisizione dell’auto sono stati rinvenuti 80 grammi di hashish. Il giovane pusher è stato arrestato e trattenuto in caserma in attesa dell’udienza di convalida, mentre la droga è stata sequestrata.

Ad Acilia, i Carabinieri hanno arrestato un 26enne romano, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per reati in materia di sostanze stupefacenti. Il giovane, incurante del provvedimento a suo carico, nella giornata di ieri ha deciso di uscire per fare una passeggiata, facendo scattare l’allarme. I militari hanno immediatamente seguito il segnale emesso dal dispositivo e sono riusciti, in pochi minuti, a rintracciare l’evaso. Il 26enne è stato nuovamente arrestato.

I Carabinieri di Fiumicino sono intervenuti in via della Scafa, dove era stata segnalata una violenta rissa. Arrivati sul posto, i militari hanno notato 2 uomini che si stavano ancora picchiando. Uno dei due, ha improvvisamente preso una pietra con cui ha colpito più volte alla testa il suo antagonista, facendolo cadere a terra. Non ancora soddisfatto, l’uomo, alla vista dei militari, li ha aggrediti nel tentativo di darsi alla fuga, ma è stato bloccato. L’esagitato, un pregiudicato 24enne, è finito in manette ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa delle decisioni del magistrato, mentre l’altro uomo, un 46enne anche lui già noto alle forze dell’ordine, è stato affidato alle cure dei sanitari.

I Carabinieri della Stazione di Ostia, hanno denunciato a piede libero una 31enne residente in via della Paranzella. I militari hanno proceduto al controllo della donna, già sottoposta agli arresti domiciliari, accertando la sua assenza. La 31enne è stata denunciata per evasione e la circostanza è stata riferita al magistrato di sorveglianza, per le ulteriori decisioni del caso.

Sempre con l’accusa di evasione è, invece, finito in manette un 43enne di Acilia che, trovandosi agli arresti domiciliari per reati contro la persona, è stato “pizzicato” in strada da una pattuglia della locale Stazione. I Carabinieri, nonostante il goffo tentativo del 43enne di nascondersi, lo hanno riconosciuto e bloccato. Riaccompagnato nel proprio domicilio, l’uomo si trova ora in attesa dell’udienza di convalida e delle successive decisioni dell’A.G. sul suo conto.