I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Piano regionale rifiuti, Abbondati (EV): "Rafforzato ruolo dei consigli comunali nel controllo sulla gestione nel servizio"

 
 
 
Ciampino, Abbondati smentisce Cappello: “Dati inquinamento sopra i ...CIAMPINO (politica) - L'esponente ciampinese analizza la novità
 
ilmamilio.it - nota stampa
 
Riceviamo e pubblichiamo:
 
“Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato il nuovo piano regionale dei rifiuti, l'atto di programmazione in tema di gestione rifiuti fino al 2025. Grazie ad un emendamento presentato dalla Lista Civica Zingaretti, viene rafforzato il ruolo di controllo dei Consigli comunali sulla gestione del servizio d’igiene urbana affidato in house a società Partecipate pubbliche”. E’ quanto dichiara l'ex Consigliere comunale Guglielmo Abbondati, esponente di Europa Verde Ciampino.
 
“Voglio ringraziare la capogruppo Marta Bonafoni per aver accolto questo suggerimento, frutto dell’esperienza vissuta a Ciampino. Se il modello di gestione “in house providing”, attraverso l’affidamento del servizio ad aziende a totale controllo pubblico è il più adeguato a perseguire gli obiettivi del Piano – dice Abbondati - deve essere chiaro che l'organo Consiliare delle Amministrazioni affidatarie, deve poter concorrere a determinare gli indirizzi da parte delle Società, la disciplina generale delle tariffe, l'acquisizione e dismissione di quote societarie, fino a conferire mandato ai Sindaci per l'espressione del voto nell’assemblea dei soci”.
veleno frascati banner ilmamilio
 
“Non è più possibile – conclude Abbondati – che insieme alla gestione del servizio alle Partecipate comunali venga delegata la politica sui rifiuti del territorio, come accaduto in questi anni a Ciampino con la Società Ambiente. Così accade, per esempio, che la scelta di passare alla tariffa puntuale decisa dal Consiglio comunale 6 anni fa, non abbia mai trovato attuazione. In questo senso va anche rafforzato il sistema del controllo analogo, condizione indispensabile per gli affidamenti in house”.

 sportage3 ilmamilio