I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Albano Laziale, l'assessora Alessandra Zeppieri: “La scuola come bene comune”

ALBANO LAZIALE (attualità) - La delegata del sindaco Nicola Marini alla Pubblica Istruzione impegnata già da diverso tempo per la riapertura delle scuole prevista per il 14 settembre 

ilmamilio.it - nota stampa

Dichiarazioni dell’Assessora alla Pubblica Istruzione, Alessandra Zeppieri, dopo l’incontro pubblico di martedì 4 agosto dal titolo “Linee guida per il rientro a scuola a settembre”.

“Prendere delle decisioni che riguardano il bene comune, la salute e la sicurezza è tutt'altro che semplice e scontato. Quando questi temi riguardano i minori la situazione può diventare più complessa e bisogna adoperarsi con maggiore senso di responsabilità per individuare e adottare le migliori soluzioni possibili.

È stato un lavoro delicato e articolato, spesso silenzioso; un impegno costante, a cui non mi sono mai sottratta. Oggi posso affermare di ritenermi soddisfatta dei risultati raggiunti. Il lavoro sinergico, alimentato costantemente in questi anni, ha mostrato la sua validità anche in questo periodo di emergenza, permettendoci di rispondere in maniera efficace alle necessità specifiche di ciascuna realtà scolastica e di mettere in campo le risorse necessarie per far ripartire la scuola in sicurezza. Il parere del Comitato Tecnico Scientifico sulle modalità di ripresa delle attività e le Linee Guida per il rientro a Settembre del Miur, pubblicati rispettivamente a fine maggio e a fine giugno, non ci hanno trovato impreparati. Già con la Conferenza dei Servizi che si è tenuta nella prima decade di luglio è stato possibile definire in maniera chiara i percorsi da intraprendere per adattare le direttive nazionali al nostro territorio. In tale occasione, anche grazie al confronto tra i tecnici comunali e i tecnici di ciascuna scuola, è stato possibile individuare le esigenze di spazi e i lavori di edilizia leggera da realizzare. I lavori di adeguamento dei locali termineranno entro l’avvio dell’anno scolastico.

sportage3 ilmamilio

Senza timore di smentita posso affermare che, attraverso le soluzioni adottate, verranno soddisfatti i bisogni prioritari individuati dalle Istituzioni Scolastiche e avviati percorsi nuovi da cui la nostra comunità potrà trarre vantaggio. In pratica, per rispondere alle esigenze di nuovi spazi, abbiamo individuato due nuovi edifici scolastici in prossimità di plessi già esistenti e abbiamo concepito nuove idee progettuali ed educative per ampliare l’offerta didattica.

Oltre alle questioni legate alle strutture scolastiche si è cercato di sostenere le scuole potenziando i contributi comunali da assegnare loro per l’acquisto di arredi e per le spese di funzionamento e favorendo la collaborazione tra mondo scolastico e mondo dell’associazionismo per assicurare un sostegno a distanza anche durante il periodo estivo.

Abbiamo mantenuto sempre attivo il dialogo e continueremo ad essere sul territorio con incontri pubblici per informare le famiglie sul rientro a scuola a settembre. Lo scorso 11 luglio ci siamo incontrati a Cecchina, ieri ad Albano e a fine agosto saremo a Pavona. La scelta di distanziare gli incontri nel tempo è stata fatta per garantire un confronto continuo e un costante aggiornamento con le famiglie.

veleno frascati banner ilmamilio

Sono stati mesi di intenso lavoro ma siamo riusciti a tirar fuori dalla situazione di emergenza elementi costruttivi e occasioni di crescita anche grazie al costante e proficuo lavoro portato avanti con gli Assessorati coinvolti e con il Sindaco Nicola Marini e il Vicesindaco Maurizio Sementilli.

Ringrazio le Istituzioni Scolastiche per lo sforzo incredibile che hanno compiuto, per la disponibilità al confronto e per la fiducia che continuano a riporre nel mio operato.

L’approfondita attività di mappatura di bisogni che abbiamo portato avanti insieme ci permetterà di proseguire il lavoro anche nei prossimi mesi; faremo di tutto per riuscire a rispondere anche a tutte le altre esigenze emerse e che emergeranno”.