I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino – Silvani, Venanzoni e Iozzi: “Parco Lupini resta sventrato. Disastro grillino”

MARINO (politica) - L'area era stata destinata alla creazione di una palestra che l'amministrazione ha poi deciso di non fare, nonostante i lavori fossero iniziati. Ora si attendono le operazioni di ripristino

ilmamilio.it - nota stampa 

“Siamo soddisfatti che l’ecomostro, denominato palestra, non avrà luce all’interno di parco Lupini a Santa Maria delle Mole.

sportage3 ilmamilio

La revoca della gara per la realizzazione dell’opera pubblica salvaguarda un luogo che ha una sua indiscutibile storicità all’interno del tessuto sociale, di cui i grillini non si erano minimamente preoccupati e che ci siamo battuti fortemente per difendere.

veleno frascati banner ilmamilio

Allo stesso tempo questa vicenda denota tutti i limiti, ormai noti, dell’amministrazione comunale a cinque stelle che si fa portavoce da anni di una programmazione indegnamente poco seria, non puntuale, disattenta, mutevole e fatta di scelte ed atti discutibili.

Il Movimento 5 Stelle, a causa della sua poca attenzione al territorio, con la revoca della gara, seppur doverosa, ha esposto l’ente alla possibilità di contenziosi o comunque al pagamento di penali chiaramente sulla pelle dei cittadini. Senza considerare che allo stato attuale Santa Maria delle Mole sembra Aleppo col campo da basket di parco Lupini fracassato e sventrato per nulla. Chi pagherà per il ripristino di cui peraltro non è dato sapere alcunché? Solo e soltanto i cittadini.

LEGGI ANCHE --> Marino, parco Lupini resta devastato. La rabbia dei “Ragazzi dei Giardini”

Ci chiediamo, inoltre, come mai agli inventori della democrazia diretta non sia venuto in mente nel caso specifico di procedere ad una consultazione popolare, come avvenuto nel caso dell’ecocentro (che non c’è) e della raccolta differenziata porta a porta nel centro storico, per sondare gli umori della cittadinanza che in questo modo avrebbe avuto modo di sottolineare anzitempo la propria netta contrarietà. Purtroppo si è preferito procedere nelle stanze del palazzo con l’iniziale compiacenza di qualche rappresentante di comitato che poi ha battuto la ritirata. Anche in questo caso, i grillini hanno dimostrato di essere trasparenti a fasi alterne.

Marino ha bisogno di programmi seri e competenza. Non possiamo più permetterci chi distrugge senza mai costruire proposte serie per il futuro, come nel caso della palestra”.

Lo dichiarano in una nota i consiglieri comunali del Partito Democratico Franca Silvani, Gianfranco Venanzoni e dell’Unione di Centrosinistra Enrico Iozzi.