I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Taglio del nastro e benedizione per la nuova sede della BCC Colli Albani a Santa Maria delle Mole - FOTO

MARINO (attualità) - La benedizione è stata fortemente voluta dai membri del Consiglio di Amministrazione, nonostante l’impossibilità di poter fare un’autentica inaugurazione a causa delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, a testimonianza dell’estrazione cattolica della Banca di Credito Cooperativo

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Taglio del nastro, venerdì 24 luglio, per la nuova e innovativa sede di Santa Maria delle Mole della BCC Colli Albani in via Pietro Maroncelli.

sportage3 ilmamilio

Gli sportelli bancari sono attivi già da qualche giorno. A tagliare il nastro è stato il Presidente Maurizio Capogrossi, alla presenza del sindaco di Marino Carlo Colizza, del vicesindaco Paola Tiberi e del presidente del consiglio comunale Gabriele Sante Narcisi. Il numero uno della BCC Colli Albani ha ringraziato i dipendenti che hanno reso possibile l’operazione e la disponibilità della famiglia Serani proprietaria dei terreni su cui sorgono i nuovi uffici.

Dopo il taglio del nastro il parroco di Santa Maria delle Mole, Don Jesus Grajeda, ha benedetto i locali della filiale e i presenti. La benedizione è stata fortemente voluta dai membri del Consiglio di Amministrazione, nonostante l’impossibilità di poter fare un’autentica inaugurazione a causa delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, a testimonianza dell’estrazione cattolica della Banca di Credito Cooperativo.

veleno frascati banner ilmamilio

“La nuova sede che inauguriamo è a misura di cliente – commenta il Presidente Maurizio Capogrossi –  È stata data grande importanza alla privacy. Le persone possono ricevere consulenze in tutta tranquillità, non ci sono casse a vista. Senza considerare la scelta di restare aperti anche il sabato mattina, a partire dal 13 settembre, per dare il massimo dell’assistenza a chi ne necessita. Abbiamo anche guardato alla tutela dell’ambiente con l’installazione di colonnine per ricaricare le macchine elettriche. La nostra politica si contraddistingue per la presenza costante sui territori. Quando altre realtà fuggono, a causa della crisi economica, noi arriviamo portando servizi ai cittadini laddove spesso non ci sono. Lo dimostra anche la scelta di continuare ad erogare il servizio di tesoreria a numerosi Comuni dei Castelli Romani come Genzano, Marino, Rocca di Papa, Lanuvio, Nemi, Grottaferrata e Frascati.

Un servizio prezioso che denota l’attaccamento al tessuto socioeconomico in cui ci muoviamo.  Santa Maria delle Mole è un luogo dove non può non esserci una sede della BCC Colli Albani, visto che l’istituto bancario nasce dalla fusione fra la Toniolo e la San Barnaba che è nata proprio sul territorio marinese. Un’unione che ha dato vita ad una banca con all’interno una maggiore presenza di professionalità specialistiche e partner blasonati. La nostra mission aziendale – aggiunge il Presidente Maurizio Capogrossi – è fare concorrenza ai grandi gruppi multinazionali mantenendo sempre intatte le nostre caratteristiche, ovvero il rapporto diretto con il cliente, attraverso una valorizzazione del rating umano, e il radicamento al territorio a cui cerchiamo di restituire risorse utili al sostentamento”.

A tale proposito il Presidente Maurizio Capogrossi si è soffermato sulla grave crisi economica concomitante con l’emergenza sanitaria da Covid-19: “Siamo rimasti vicino a tutti con la sospensione dei mutui e attraverso l’istruttoria di ben settecentocinquanta pratiche per l’erogazione dei mutui garantiti dallo Stato alle imprese”.

Presente al taglio del nastro anche il Direttore Generale di BCC Colli Albani, Alessandro Palmieri, che ha sottolineato alcuni aspetti tecnici della nuova sede di Santa Maria delle Mole: “Il format è incentrato su una modalità di approccio smart con la clientela. L’utente entra in relazione con l’istituto bancario con modalità automatiche. La sede di Santa Maria delle Mole è certamente un’eccellenza sotto il profilo tecnologico con macchine self assistite che consentono di fare l’ottanta percento di ciò che solitamente si fa in cassa -  commenta Palmieri – Un metodo di lavoro con un occhio all’ambiente, grazie anche all’adozione della firma grafometrica e di un home banking sempre più performante, dove vengono salvati documenti che non occorrerà più stampare. Il fine è recuperare tempo prezioso da dedicare alla consulenza per i clienti, su aspetti bancari e assicurativi come la tutela e la gestione del patrimonio”.

colline luglio tennis1 ilmamilio