Due poiane ferite da armi da fuoco, salvate dai Guardiaparco. Una è stata operata

Pubblicato: Martedì, 17 Ottobre 2017 - redazione attualità

CASTELLI ROMANI (attualità) -  Una colpita a Monte Compatri, l'altra ad Artena

ilmamilio.it 

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

Segnalate nella giornata di lunedì 16 ottobre 2017 due Poiane ferite, una nel territorio del Parco regionale dei Castelli Romani (Monte Compatri) e l’altra in un Comune limitrofo (Artena). In entrambi i casi si tratta di ferite da armi da fuoco. I Guardiaparco hanno preso in consegna i due animali per consegnarli alla LIPU di Roma,  affinché possano essere curate e, se le condizioni lo permetteranno, rimesse in libertà.  Le lastre hanno rivelato la presenza di pallini da caccia.  La più grave che presentava una frattura di femore e omero è stata operata questa mattina.

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

Le Poiane sono una specie protetta, tutte le popolazioni di uccelli selvatici sono riconosciute dalla legge n. 157 del 1992 “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio”, come “bene indisponibile” dello Stato e, dunque, specificamente tutelate. Si tratta di circa 100 specie che, come esplicita lo stesso Allegato I alla Direttiva europea Uccelli, sono soggette a “speciali misure di conservazione”, per cui nella maggior parte dei casi la caccia a queste specie è sempre vietata. Chi viene sorpreso a sparare a questi esemplari viene denunciato e può incorrere in severe sanzioni.

Clicca sull'immagine per scoprire Natura e architettura

 

 


Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna