I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Castelgandolfo, Camerini alla Monachesi: “Mancano i numeri per il bilancio”

CASTEL GANDOLFO (attualità) - L'ex assessore alla cultura risponde al primo cittadino dopo la polemica con il presidente con il consiglio comunale

ilmamilio.it

Pubblichiamo la nota dell’ex assessore Bruno Camerini.

“Caro sindaco Milvia Monachesi sono il "tuo amato ex assessore" Bruno Camerini. Credo che la tua lettera al "Mamilio" sia la prova provata della tua inconsistenza politica e del non sapere più dove attaccarti per rimanere arpionata a quella poltrona, alla quale, continuamente, affermi di non tenere più di tanto (Ma che comunque continui a tenerti ben stretta).

LEGGI ANCHE --> Castelgandolfo, Monachesi: “Comportamento del presidente del consiglio ingiustificato”

LEGGI ANCHE--> Castelgandolfo, Monachesi: “Nuova richiesta a Toti. Consiglio sia in presenza che online”


Forse, per la prima volta nella tua sindacatura, non sei riuscita " ad imporre" al consiglio comunale le tue volontà e a questa nuova situazione a cui non eri abituata e che si è creata hai reagito come quella "BAMBINA" che quando stava perdendo la partita ha preso il pallone, dicendo che era il suo ed è andata via interrompendo così la gara.

brico ilmamilio
Caro sindaco, questa non è una partita di pallone, qui stiamo discutendo DEMOCRATICAMENTE del governo di un paese, di una città, di Castel Gandolfo.
Tu non puoi prendere il pallone e andare via solo perché, per la prima volta sei consiglieri comunali e quattro forze politiche la pensano diversamente da te.

veleno frascati banner ilmamilio
Vorrei evitare di parlare della neo mamma consigliera Francesca Barbacci Ambrogi poiché si è spinta troppo oltre con le sue parole travalicando quel limite che va dalla necessaria critica politica all’offesa personale che fermamente non approvo; ma tu, sindaco, già madre due volte, che per difendere la tua poltrona "ARPIONATA" sei arrivata al punto di strumentalizzare la nascita di una neonata per difendere la tua posizione politica e la tua famosa poltrona di sindaco.

sportage pronta consegna

Avete volontariamente scelto di portare alla pubblica gogna l’immagine di Marta Toti, di una donna che invece ha cercato di far rispettare il principio democratico, quel principio che dovrebbe garantire anche le minoranze, ma che tu, cara sindaco, stai chiedendo che venga calpestato, anche andando contro le norme di legge, solo per evitare di non avere la maggioranza in sede di votazione del bilancio. Non dovrebbe essere questo il modo di fare politica, non è screditando il prossimo che si dovrebbero acquisire consensi e far valere i propri eventuali diritti. Chiudo Fa facendo un appello a tutta la cittadinanza affinché non si limitino aprioristicamente a leggere le tante accuse, a volte anche riportante fatti non veri, formulate da una sola parte, ma che prima di giudicare una persona che si è trovata a prendere una decisione, analizzino effettivamente tutti i fatti, ricordando che anche tutte le minoranze hanno bisogno di una tutela”.

colline luglio tennis1 ilmamilio