I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Castelgandolfo, Monachesi: “Nuova richiesta a Toti. Consiglio sia in presenza che online”

Risultato immagini per castel gandolfo comune mamilioCASTEL GANDOLFO (politica) - "Una modalità prevista dal Decreto legge del 17 marzo scorso e applicata da molti enti e istituzioni, tra cui anche dalla stessa Presidenza del Consiglio dei Ministri" sostiene il primo cittadino castellano 

ilmamilio.it - nota stampa 

Pubblichiamo la nuova nota del sindaco Milvia Monachesi sul “caso” della consigliera comunale di Castel Gandolfo, Francesca Barbacci Ambrogi, che tiene banco ormai da qualche giorno.

“In questi giorni, dopo il grave gesto della Presidente del Consiglio Marta Toti (avallato da tutta la minoranza), di non accettare la richiesta della consigliera Francesca Barbacci Ambrogi, mamma da una settimana, nè del Sindaco nè della capogruppo della maggioranza di tenere il Consiglio Comunale on line, ho inviato questa nota alla Presidente, proponendo la possibilità di tenere il Consiglio sia in presenza per chi vuole che in videoconferenza per chi intende esercitare il suo mandato elettivo in sicurezza.

LEGGI ANCHE --> Castelgandolfo, Barbacci Ambrogi: “Salute e partecipazione democratica sono diritti inalienabili”

Una modalità prevista dal Decreto legge del 17 marzo scorso e applicata da molti enti e istituzioni, tra cui anche dalla stessa Presidenza del Consiglio dei Ministri.

È una modalità che garantirebbe i diritti di tutti, quella garanzia che proprio il Presidente del Consiglio Comunale è chiamato a tutelare nell'esercizio delle sue funzioni il quale "si ispira a criteri di imparzialità, intervenendo a difesa delle prerogative del consiglio e dei singoli consiglieri", come da vigente regolamento.

veleno frascati banner ilmamilio

Imparzialità che non vi è stata, poiché la Presidente ha accolto la richiesta di svolgere la seduta del consiglio in presenza avanzata solo da 5 consiglieri su 13. Quindi non la maggioranza.

Vediamo ora come risponderà la Presidente garante dei diritti di tutti i consiglieri”.

sportage pronta consegna

brico ilmamiliocolline luglio tennis1 ilmamilio