I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Elezioni, a Rocca di Papa il centrodestra sfoglia ancora la margherita: Fei, Atripaldi o Grasso. Ma anche no

ROCCA DI PAPA (politica) - Il tempo inizia a stringere ma manca ancora la quadra. E non è detto che i 3 partiti alla fine corrano uniti

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il cerino alla fine è rimasto in mano ad un centrodestra che non sta certo spiccando per compattezza. Mentre Rocca di Papa viaggia a velocità spedita verso le elezioni Amministrative di settembre (con date da confermare) e mentre verso sinistra i giochi sono fatti (la candidatura di Andrea Croce supportato da Pd e forze di sinistra chiude lo spazio), nel centrodestra si discute.

O meglio si litiga.

Aveva tentato il colpaccio qualche settimana fa niente meno che Mauro Fei (foto) provando a riciclarsi come Lega dopo i lunghi trascorsi in amministrazioni di centrosinistra. Poi qualcuno si è ricordato per l'appunto la provenienza di Fei e quel progettone è saltato. Un tentativo per ora andato a vuoto, ma le strade della politica sono infinite.

E se al momento la candidatura che assomiglia più a qualcosa di centrodestra è quella della vicesindaca reggente Veronica Cimino (che però non aggrega), in lizza restano ancora altri nomi.

sportage pronta consegna

Su tutti quelli del consigliere uscente Ottavio Atripaldi (che pure aveva corso nel 2016 con la Sciamplicotti) ma anche e soprattutto quello di Massimo Grasso che, in quota Forza Italia, nelle passate settimane ha subito il benservito dalla sindaca di Ciampino Ballico che lo ha escluso dalla sua Giunta.

Quello di Grasso è nome senz'altro spendibile e plausibile anche se da qui alla quadra manca ancora moltissimo. E non è detto che alla fine i 3 partiti di centrodestra trovino l'accordo per una candidatura unitaria.

brico ilmamilio

Sul tavolo restano plausibili anche i nomi di Massimiliano Calcagni - presidente del Consiglio uscente - e, molto marginalmente in questo quadro, Massimo Saba.

Niente impedisce che alla fine il nome del candidato sindaco (o dei candidati) esca al di fuori dalla margherita fin qui disegnata. Ma bisogna far presto perché il tempo inizia a stringere.

colline luglio tennis1 ilmamilio