I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Carcere di Velletri, detenuto rumeno salvato dalla Polizia Penitenziaria

 
Carcere di Velletri, risse tra detenuti. La denuncia del Sindacato ...VELLETRI (cronaca) - Il commento del sindacato Sippe
 
ilmamilio.it
 
 
Notte turbolenta nel Carcere di Velletri, verso le ore 23:30 del 4 Giugno un detenuto rumeno ha tentato di suicidarsi impiccandosi alle sbarre della finestra della sua cella con una corda rudimentale costruita con delle strisce di lenzuolo. 
 
Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stato il suo compagno del cella, che sentendo cadere lo sgabello si è svegliato di colpo trovandosi davanti la scena con il corpo dell'uomo appeso.
 
A darne notizia dell'accaduto sono Carmine Olanda e Ciro Borrelli del Sindacato Polizia Penitenziaria.
brico ilmamilio
 
"Il detenuto - commenta Borrelli - è stato prontamente soccorso dagli Agenti di Polizia Penitenziaria che sono riusciti a sciogliere la corda ed evitare che accadesse il peggio. Il detenuto è stato successivamente fatto visitare dai sanitari dell'Istituto e sottoposto a sorveglianza in una cella singola. L'uomo ha cercato di farsi del male sbattendo la testa contro le pareti. E' stato quindi condotto presso l'Ospedale di Velletri per essere visitato anche dai sanitari del Pronto Soccorso". 
 
In tarda nottata il detenuto ha fatto rientro nel Penitenziario rimanendo, comunque, sotto lo stretto controllo a vista.
sportage pronta consegna
 
"Grazie alla pazienza e alla grande professionalità degli Agenti e del Personale Sanitario - proseguono dal Sippe -   fortunatamente il detenuto non ha subito gravi danni per la sua salute.  La Polizia Penitenziaria ha sempre dimostrato  grande professionalità d'intervento - conclude Olanda - purtroppo le aspettative di crescita professionale  promesse dal Ministro della Giustizia Bonafede in campagna elettorale non sono state messe in atto e gli Agenti oggi si sentono abbandonati a se stessi. Come sindacato ci congratuliamo con gli Agenti per lo spirito di sacrificio e professionalità che ogni giorno dimostrano avere durante lo svolgimento delle proprie mansioni".