I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

VIDEO – Grottaferrata, i ‘luoghi dell’abbandono’: capitolo 6. L’Ex Cavallino, l’eterno degrado

Grottaferrata, l'ex Cavallino e le aree adiacenti nel degrado: l ...GROTTAFERRATA (attualità) – Il viaggio de ilmamilio.it arriva in uno dei posti simboli dell’abbandono

ilmamilio.it

Nel viaggio de ilmamilio.it dentro i luoghi dell’abbandono di Grottaferrata, giunto alla sesta puntata, era d’obbligo la sosta presso una delle aree simbolo del degrado: l’ex Cavallino, da ben cinque anni, o giù di lì, lasciato nella decadenza.

L’immobile, un tempo frequentato da tantissimi clienti,  l’area adiacente, la terrazza, le scale, la sottostante piazza dell’artigianato sono in condizioni preoccupanti da tempo.

Una storia infinita, quella dell’ex Cavallino, che non avrà termine a breve. ll Comune di Grottaferrata, a firma del dirigente del settore competente, ha licenziato pochi giorni fa una determina per ciò che concerne proprio la struttura di proprietà comunale su cui c’era stata, tempo fa, una concessione.

L’Ente ha restituito i diecimila euro versati inizialmente dalla società aggiudicataria dell’immobile, tramite regolare gara,  che non è mai riuscita ad entrare in possesso dei locali a fini commerciali.

Questa, però, è solo l’ultima puntata di una vicenda che ancora deve scrivere il suo finale.

brico ilmamilio

Nel frattempo l’Ex Cavallino giace nel modo in cui vedono tutti. Incuria, degrado e anni che passano stanno nuocendo, e gravemente, all’ingresso della città, al suo biglietto da visita, già di per sé compromesso da una Piazza che fa molto discutere per il suo decoro e la sua organizzazione e dalla sua via di accesso, Via San Bartolomeo, che come abbiamo potuto far vedere in una precedente video è ridotta in condizioni pietose.

 
 

sportage pronta consegna




Commenti   

0 #3 Andrea Santovetti 2020-07-06 10:01
Tutto ciò che è pubblico subisce la stessa sorte.Il Cavallino non fa eccezioni,certamente gli interessi degli amministratori,di qualunque parte politica si disinteressano alla cosa comune,il loro unico pensiero e combattersi tra di loro credendosi degli statisti invece di occuparsi del buon andamento delle esigenze del territorio e dei cittadini.A questo punto non rientrando in un edificio storico sarebbe più dignitoso abbatterlo.
Citazione
0 #2 goodmorning 2020-07-05 19:46
grottaferrata
L'area diventata "suina&dintorni" non può essere cambiata di genere (suino) deve mantenere la giusta appartenenza al genere (suino)
Anche se i mitici Saverio&Lele su You Tube imperversano con "la mortadella è come 'na bistecca", per l'area le mistificazioni non saranno accertate. Il porco è porco, al massimo la mortadella potrà essere come 'na braciola
No al porceddo sardo
Citazione
0 #1 whistleblower 2020-07-04 18:45
è il minimo che si possa chiedere
Dopo che le vicende paesane (quali?) hanno trasformato l'ingresso del paese in un porchettaio, la concorrenza di un cavallino bis e soprattutto forestiero, non poteva essere sopportata
È sufficiente come motivo?
Soffiamo tutti il fischietto, per tutti gli EX luoghi, da anni abbandonati
Citazione