I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino: minoranza senza documenti per il consiglio, chiesto il rinvio della seduta

CIAMPINO (politica) - I consiglieri comunali hanno inviato una lettera all'attenzione del presidente del consiglio comunale e del sindaco lamentando un'ormai abituale carenza di documentazione

ilmamilio.it 

Riceviamo e pubblichiamo dai consiglieri di minoranza del Comune di Ciampino, la lettera inviata all’attenzione del presidente del consiglio comunale Massimo Balmas e del sindaco Daniela Ballico.  

“I Consiglieri Comunali di Minoranza chiedono per i motivi sotto riportati il rinvio del Consiglio Comunale a data da concordare dalla conferenza dei Capi Gruppo.

I Consiglieri Comunali di Minoranza

Visto l'art. 35 dello Statuto del Comune di Ciampino “ Diritti e doveri dei Consiglieri Comunali”  al punto 4) Ai Consiglieri Comunali sono garantiti: a) la tempestiva conoscenza della data, ora e luogo e delle modalità di svolgimento delle sedute del Consiglio, degli argomenti da discutere e di tutta la documentazione attinente; b) il diritto di avere tempestivamente dagli uffici del Comune notizie, informazioni, documentazioni e copie di atti utili per lo svolgimento del proprio mandato e comunque, non oltre dieci giorni dalla ricezione della richiesta.

Visto che il Regolamento del Consiglio Comunale all’Art. 20 Diritto d'iniziativa al punto 1. I Consiglieri comunali hanno diritto d'iniziativa su ogni argomento sottoposto alla deliberazione del Consiglio comunale. Esercitano tale diritto mediante la presentazione di proposte di Deliberazione e di Emendamenti alle Deliberazioni 15 concernenti materie comprese nella competenza del Consiglio comunale stabilita dalla legge e dallo Statuto. Al punto 3. I Consiglieri hanno facoltà di presentare Emendamenti sulle proposte di Deliberazione iscritte all'ordine del giorno del Consiglio comunale, nei termini previsti dall’art. 55 del presente Regolamento.

brico ilmamilio

Visto che l’Art. 35 Deposito degli atti al punto 1. Tutti gli atti relativi agli argomenti iscritti all'ordine del giorno devono essere depositati presso la Segreteria comunale od un altro Ufficio indicato nell'avviso di convocazione, nel giorno dell'adunanza e nelle 24 ore prima della riunione al punto 2. I Consiglieri hanno diritto di consultare e di richiedere e ottenere copia delle proposte deliberative, ed hanno diritto di prendere visione degli atti d'ufficio richiamati o citati negli schemi di deliberazione depositati e dei relativi allegati.

Considerato che nella convocazione del consiglio Comunale inviata in data 26/06/2020 viene elencato l’elenco dell’ordine del giorno senza minimamente dare indicazione dell’esistenza degli atti e dove erano depositati.

Visto che gli atti ci sono stati recapitati tramite posta elettronica solo oggi dopo le ore 13,30 quindi meno di 24 ore prima della convocazione del consiglio comunale convocato per il 3 Luglio 2020 alle ore 10,00.

Visto che è dall’inizio della legislatura che l’attività dei consiglieri Comunali è oltraggiata e ostacolata continuamente da questa amministrazione oltre che dal Presidente del Consiglio Comunale che non tiene un atteggiamento di salvaguardia dei diritti dei consiglieri comunali ma molto appiattito sulla gestione amministrativa.

Visto che la mancata consegna della documentazione degli atti all’ordine del giorno del Consiglio comunale del 3 luglio 2020 alle ore 10,00 non ha permesso ai consiglieri comunali di esercita le propri mansioni di programmazione e controllo, e neanche la prerogativa che il consigliere ha nei propri compiti quello di poter emendare gli argomenti all’ordine del giorno del consiglio comunale in quanto il regolamento dice espressamente che ogni proposta di emendamento deve essere presentato al protocollo almeno 24 ore prima dello svolgimento del Consiglio comunale.

Visto quanto detto e segnalato nella seguente richiesta i sottoscritti consiglieri comunali di opposizione.

CHIEDONO

il rinvio del Consiglio Comunale a data da concordare dalla conferenza dei Capi Gruppo”. 

colline luglio tennis1 ilmamilio