I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

L'Ugl il 2 Luglio si mobilita in difesa dei lavoratori del San Raffaele davanti alla Regione Lazio

ROMA (cronaca) - , a partire dalle ore 9:30, sarà presente con un presidio di fronte al Consiglio Regionale del Lazio, in Via della Pisana.

ilmamilio.it

Al fianco dei lavoratori del Gruppo San Raffaele, per difendere i posti di lavoro, i diritti, la dignità. Per questo motivo domani 2 Luglio la UGL Sanità, a partire dalle ore 9:30, sarà presente con un presidio di fronte al Consiglio Regionale del Lazio, in Via della Pisana.

“Lo avevamo detto pochi giorni fa – dichiarano il Segretario della UGL Sanità Nazionale Gianluca Giuliano e il Segretario della UGL Sanità di Roma Valerio Franceschini – che il tempo delle parole era ormai esaurito. Le istituzioni tacciono, nonostante le nostre richieste di incontro, e la situazione diventa sempre più drammatica.

Le vicende della struttura di Rocca di Papa, con l’avvio della procedura di licenziamento per circa 150 lavoratori e la mancata applicazione di ammortizzatori sociali, ha avuto anche l’attenzione della Rai. Ma se saremo di fronte al Consiglio Regionale è perché nulla di concreto è stato fatto.

brico ilmamilio In ballo c’è la salvaguardia dei posti di lavoro e il rispetto dei diritti di tanti lavoratori dell’intero Gruppo San Raffaele: A alcuni di loro, per il calo delle prestazioni effettuate nell’emergenza per la pandemia, sono state imposte arbitrariamente ferie forzate e, nel caso di esaurimento delle stesse, la collocazione in aspettativa non retribuita. E’ un autentico gioco al massacro cui la UGL Sanità si oppone con forza. Chiediamo che la Regione Lazio ascolti la nostra voce per poter aprire un tavolo che scongiuri licenziamenti e ulteriori azioni nei confronti di tanti lavoratori. In assenza di risposte e di mosse concrete la nostra protesta non si fermerà”.

 

 

sportage pronta consegna