I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Morto Georg Ratzinger, fratello del Papa Emerito. Colacchi: "Castel Gandolfo perde un suo cittadino"

CASTEL GANDOLFO (attualità) - Aveva 96 anni, il ricordo dell'ex sindaco

ilmamilio.it

"Le agenzie di stampa hanno annunciato che questa mattina Monsignor Georg Ratzinger è volato in cielo. Nato a Pleiskirchern il 15 gennaio 1924 aveva 96 anni. Ho avuto il piacere e l’onore di conoscere Monsignor Georg Ratzinger in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria del comune di Castel Gandolfo il 23 agosto 2008. Una cerimonia, svolta nel Salone degli Svizzeri all’interno del Palazzo Pontificio, molto intensa e partecipata. Si avvertiva da subito il forte legame che associava i due fratelli.  Uniti fin dall’infanzia, i fratelli Georg e Joseph Ratzinger diventarono sacerdoti nella stessa data. Hanno trascorso l’intera vita pressoché in simbiosi. Grazie a una fede vissuta intensamente riuscirono a superare tutte le avversità e le malvagità del tempo, comprese quelle del regime nazista". Queste le parole dell'ex sindaco di Castel Gandolfo, Maurizio Colacchi, in merito al decesso del fratello emerito.

brico ilmamilio

Colacchi ricorda le parole di Benedetto XVI: “Un filo rosso ha percorso la vita di mio fratello. E il fatto che sia diventato Papa non è un’incredibile coincidenza, ma il sogno che Dio aveva su di lui.”Georg Ratzinger. Durante la cerimonia della consegna della cittadinanza onoraria nel saluto di chiusura di un livello e di una grandezza immensi il Santo Padre rivolto al fratello disse:”Fin dalla nascita, mio fratello è stato per me non solo un compagno, ma anche una guida affidabile. Ha sempre rappresentato un punto di orientamento e di riferimento con la chiarezza e la determinazione delle sue decisioni. Mi ha mostrato la strada da prendere, anche in situazioni difficili ora siamo arrivati all’ultima tappa della nostra vita, la vecchiaia. I giorni da vivere si riducono progressivamente. Anche in questo momento, però, egli mi aiuta ad accettare con serenità, umiltà e coraggio il peso di ogni giorno.”

"Castel Gandolfo oggi perde un suo cittadino - conclude Colacchi - e questo addolora tutta la Comunità. A Papa Benedetto XVI oltre al rinnovato sentimento di affetto le più sentite condoglianze per la grave perdita dell’amato Georg da parte mia e della mia famiglia".

 

 

sportage pronta consegna