I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Proseguono i controlli al mercato settimanale di Grottaferrata ma restano dubbi sull’ordinanza sindacale. Guanti sì o no?

GROTTAFERRATA (attualità) - Polizia locale e protezione civile al lavoro

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Proseguono per il settimo lunedì di fila i controlli dei volontari della protezione civile al mercato settimanale di Grottaferrata.

Misurazione della temperatura corporea, obbligo di indossare guanti e mascherina, distanziamento sociale e ingressi scaglionati. Le misure adottate garantiscono la sicurezza di cittadini e commercianti ma creano numerosi disagi all’esterno del mercato. Lunghe file per entrare e difficoltà di parcheggio sono i problemi principali causati dell’affluenza e dai tempi di attesa previsti.

brico ilmamilio

Polizia locale, operatori sanitari e volontari della protezione civile garantiscono il rispetto dell’ordinanza sindacale n.21 del 21/05/2020, che ha allargato ai venditori di prodotti non alimentari la possibilità di svolgere la propria attività commerciale ogni lunedì. Tali commercianti erano infatti rimasti esclusi dall’ordinanza precedente, la n.20 del 18/05/2020.

Ricordiamo che l’ordinanza prevede una riduzione delle entrate e una diversa disposizione dei banchi di vendita. Il numero massimo di clienti ed avventori non può infatti superare il doppio dei banchi di vendita autorizzati. Il mercato non può quindi ospitare più di 346 persone contemporaneamente, numero monitorato costantemente dalla protezione civile.sportage pronta consegna

Restano alcuni dubbi sul contenuto dell’ordinanza, soprattutto per quanto riguarda l’obbligo di utilizzo dei guanti. L’8 giugno scorso l’OMS ha infatti dichiarato che l’utilizzo dei guanti non è più raccomandato per diversi motivi tra cui il rischio di contaminazione e il senso di falsa sicurezza. I guanti – scrive l’OMS – aumentano il rischio di infezione, dal momento che possono portare all’auto-contaminazione o alla trasmissione ad altri quando si toccano le superfici contaminate e quindi il viso. Resta l’obbligo di fornire gel igienizzante, la cui efficacia non è messa in dubbio dall’OMS.

Restiamo quindi in attesa di una modifica dell’ordinanza sindacale al fine di garantire ulteriormente la sicurezza di cittadini e commercianti. La stessa OMS ha infatti concluso sottolineando l’importanza di contattare le autorità locali al fine di revisionare le pratiche raccomandate nella propria area.colline luglio tennis1 ilmamilio