I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Asili nido Monte Compatri, terzo squillo. Bene Comune: "Sveglia sindaco, leggi i documenti anche se non ci dici grazie"

asilo nido1MONTE COMPATRI (politica) - Prosegue il botta e risposta tra maggioranza e opposizione sull'importante tematica

ilmamilio.it - comunicato Facebook

Pubblicato su Facebook da Montecompatri Bene comune.

"L’Amministrazione Comunale di Monte Compatri sembra dormire sogni tranquilli: la proroga del bando è stata letta, vista e pure scritta nei loro comunicati stampa, ma non si sono ancora attivati. Mi viene in mente che FORSE NON L’HANNO CAPITA.

Cerchiamo di chiudere questa terrificante querelle trasformatasi in un botta e riposta dove l’Amministrazione si è ridotta ad accusare tutti: minoranza, genitori e addirittura un direttore di un giornale. Un solo fine: non ringraziare la minoranza di aver fatto conoscere loro un Bando della Regione Lazio.

Clicca sull'immagine per scoprire Petra 2011

Il Bando parla chiaro: se non si stipula una convenzione con gli asili nido privati presenti a Monte Compatri mai si potrà accedere alla richiesta dei contributi messa a disposizione dalla Regione Lazio.

La delegata alla Pubblica Istruzione e il Sindaco continuano a ribadire che i contributi non possono essere concessi ai privati.
Ma se qualcuno riuscisse a leggere oltre all’Allegato A, troverebbe innumerevoli sorprese: pubblico alcuni stralci del comunicato stampa regionale.

“La Regione Lazio ha predisposto un piano da 54,5 milioni di euro (4,5 subito, 50 attraverso i fondi strutturali europei) per gli asili nido e una nuova legge regionale sui servizi socio-educativi per l'infanzia. Si tratta di un investimento senza precedenti per ampliare la rete degli asili nido pubblici e convenzionati, migliorare la qualità dei servizi esistenti, sostenere l'accesso al lavoro delle donne con figli e contrastare la crisi demografica."

Clicca sull'immagine per scoprire il condominio Antares

QUESTA, invece, LA SOLA PARTE PRESA IN CONSIDERAZIONE DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MONTE COMPATRI
“1 mln per lo start-up dei nuovi nidi comunali: una misura già sperimentata con successo nel 2013, quando, con un intervento analogo, abbiamo sbloccato 34 nuovi asili in 30 Comuni, per un totale di quasi 1200 nuovi posti a disposizione. Stavolta apriremo oltre 650 nuovi posti per i bambini di tutto il Lazio, finanziando l'avviamento di asili nido pubblici appena inaugurati o prossimi all'apertura”.

MA, A SORPRESA, E’ PREVISTO ANCHE QUESTO:

“L'intervento si strutturerà in più forme: da un lato attraverso il finanziamento per la realizzazione e l'avvio di nuovi asili comunali e l'aumento dei posti in quelli già funzionanti, dall'altro attraverso la stipula di nuove convenzioni con nidi privati e l'ampliamento di quelle esistenti. In attesa di raggiungere in pieno gli obiettivi di ampliamento dei posti, il piano regionale sosterrà anche le famiglie che finiscono in lista d'attesa nelle graduatorie comunali: verrà loro riconosciuto un voucher di importo medio di 250 euro al mese a bambino, spendibile nei nidi privati accreditati dai Comuni."

SVEGLIA SINDACO!!!

Dovrebbe fidarsi maggiormente della minoranza e dei cittadini che le scrivono. Se proprio dovesse perseguire la strada del muro-contro-muro, potrebbe chiedere aiuto ai comuni limitrofi che hanno ritenuto imperdibile questa opportunità".