I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, progetto sperimentale in materia di vita indipendente rivolto a persone con disabilità

MARINO (attualità) - Gestione Associata dei Servizi Sociali dei Comuni di Marino e Ciampino

ilmamilio.it 

Si porta a conoscenza che a decorrere dal giorno 16 giugno 2020 è possibile presentare la propria istanza/candidatura per accedere al contributo di cura per progetti di “VITA INDIPENDENTE” tramite l’avviso pubblicato sui siti dei comuni di Marino e Ciampino.

Il progetto di vita indipendente, sostenuto da  un finanziamento regionale di  € 100.000, 00, intende fornire un intervento di aiuto indiretto alla persona disabile attraverso l’erogazione di un contributo economico volto a sostenere percorsi di autonomia e di socializzazione compreso l’abitare autonomo, all’interno di progetti che coinvolgono diverse dimensioni della vita quotidiana.

brico ilmamilio

Il concetto di vita indipendente rappresenta, per le persone con disabilità, la possibilità di vivere con piena consapevolezza, assumendosi la responsabilità delle proprie scelte nel perseguire, alla pari con gli altri, la propria autonomia personale.

A tale scopo, occorre far si che le persone con disabilità abbiamo la possibilità di scegliere il proprio luogo di residenza, dove e con chi vivere, qualora vogliano modificare la loro attuale sistemazione domiciliare. Le stesse devono poter avere accesso ad una serie di servizi a domicilio o residenziali e ad altri servizi sociali di sostegno, compresa l'assistenza personale necessaria per consentire loro di vivere maggiormente integrati nella società, al fine di impedire che siano isolate o vittime di segregazione.

sportage pronta consegna

Il servizio è finalizzato principalmente al raggiungimento da parte della persona disabile dei seguenti obiettivi:

  1. sostegno verso processi diautonomia;
  2. inserimento ed integrazionesociale;
  3. miglioramento della qualità dellavita;
  4. sollievo alla rete

Gli interventi che si intendono attivare a supporto dei progetti Vita Indipendente, sono quelli previsti nella MacroArea Assistente personale – Macro Area Abitare in Autonomia (Housing e co-housing) e Macro Area della Domotica.

Gli interventi della Macro-Area Assistente Personale prevedono l’erogazione alla persona con disabilità di un contributo economico mensile che concorre al pagamento delle spese per l’acquisto di prestazioni rese da personale qualificato scelto direttamente dall’assistito e dalla famiglia.

centro colline

Housing e co-housing: forme dell’abitare in autonomia. Si favoriranno interventi finalizzati all’abitare in autonomia, per chi voglia rendersi autonomo dalla famiglia, prevedendo un budget di spesa per favorire il crescere di competenze ed abilità nel gestire la propria vita relazionale e quotidiana con l’attivazione di progetti integrati.

Domotica: il distretto ha previsto un budget per quel che riguarda le nuove tecnologie (quali ad esempio, le tecnologie domotiche, le tecnologie per la connettività sociale, etc.), che riguardano la sicurezza degli utenti e l’autonomia nell’ambiente domestico (AAL) e che contribuiscono a contrastare ogni forma di segregazione.

Per tutti i dettagli e le modalità di presentazione consultare l’avviso pubblico sul sito del comune www.comune.marino.rm.gov.it  

La domanda, corredata dagli allegati richiesti, dovrà essere compilata e inviata a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 12 del 10 luglio 2020.

Il pieno godimento dei diritti umani e delle libertà fondamentali, mira infatti a garantire alle persone con disabilità pari dignità ed uguaglianza con gli altri attraverso la piena inclusione della persona all'interno della società, la sua centralità e l'accrescimento della consapevolezza e della capacità di empowerment, in relazione alle proprie scelte.

“Si tratta di un progetto sperimentale all’avanguardia di altissima importanza sociale. Sono certa che sia i beneficiari che gli operatori del progetto saranno coinvolti in una sfida che aprirà nuovi orizzonti all’inclusione sociale e al benessere dell’intera comunità” dichiara L’Assessore alle Politiche Sociali Barbara Cerro. “Ringrazio sin da ora tutti gli attori coinvolti in questo innovativo progetto per l’impegno e la dedizione che metteranno per la riuscita di questo nobile e ambizioso obiettivo”.