I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lago di Castel Gandolfo, Fabio Angeletti: “Riaperta la stagione balneare, ma chi deve andare alla toilette dove va?”

CASTEL GANDOLFO (attualità) - L'interrogativo del cittadino castellano, Fabio Angeletti

ilmamilio.it

Pubblichiamo la nota di un cittadino di Castel Gandolfo, Fabio Angeletti.

“Con tanto di squilli di tromba da parte della Sindaca, Milvia Monachesi, e di tutta la maggioranza, gli stabilimenti balneari hanno riaperto i battenti e, dopo qualche incertezza dovuta alle condizioni meteo avverse, ci si appresta ad affrontare quella che sarà la stagione che difficilmente sarà dimenticata dai castellani e dall'intero settore turistico-balneare. Le maggiori testate giornalistiche locali hanno dato ampio risalto al tanto atteso evento: la Sindaca non si è risparmiata in dichiarazioni e interviste, ma... c'è sempre un "ma". Anzi, in questo caso ce ne sono due:
1° - dov'è l'ordinanza che decreta ufficialmente l'apertura della stagione balneare?


2° - come mai i bagni pubblici situati presso il "parcheggio Pullman" continuano ad essere chiusi?
Questa mattina ho chiesto delucidazioni al Comando del Corpo Associato di PL e mi è stato risposto che la chiusura dei bagni è dovuta ad un problema di acqua.... ad un problema con ACEA.

brico ilmamilio
I cittadini non vogliono conoscere i problemi di ACEA, che - comunque - continuano a presentarsi a Castel Gandolfo sotto le più disperate forme, ai cittadini interessa che il "servizio pubblico" venga garantito a costo di mettere i bagni chimici.
Vorrei ricordare ai nostri amministratori che è compito "DA CONTRATTO" (Art. 11 comma 11.2 dello schema di capitolato) della SIS garantire il servizio igienico e che la sua interruzione (che da quanto riportano alcuni gestori di attività produttive risulterebbe essere interrotta dallo scorso ottobre) si potrebbe configurare il reato di "interruzione di pubblico servizio".

gierreauto200513