I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati, le Scuderie Aldobrandini on line e i suoi 100 mila click, un volano d’ esperienza culturale per associazioni e istituzioni territoriali

FRASCATI (attualità) - Nonostante la quarantena si è continuato a fare cultura 

ilmamilio.it 

Bilancio positivo a due mesi dal debutto del progetto “Scuderie Aldobrandini on line” voluto e realizzato dall’ Assessore alla Cultura del Comune di Frascati, Emanuela Bruni con le Associazioni e le Istituzioni culturali. I numeri parlano chiaro,  circa 100 mila visualizzazioni per circa 30 eventi autoprodotti e disseminati in rete da una decina di Associazioni cultural e cittadini singoli che hanno messo a disposizione la loro esperienza e professionalità.

Nei mesi di lockdown tanti progetti culturali sono rimasti nei cassetti di molte Amministrazioni comunali di media o piccola grandezza, come Frascati. Tante Associazioni hanno dovuto cancellare la loro programmazione. Proprio in quel tempo sospeso, confuso e per certi versi indifferenziato della quarantena, continuare a fare cultura per il territorio è diventato ancor più importante, ma assai più difficile; senza mezzi economici, scarse risorse umane, nessun luogo pubblico aperto. La cultura è noto nei momenti d’emergenza diventa la Cenerentola della programmazione, chiusa in un cassetto, dichiarata ininfluente in una condizione d’emergenza. Salvo poi riscontrare che l’arte e la cultura, la musica e la poesia, diventano bisogni fondamentali della società; àncore o boe di salvataggio a cui tutti si aggrappano per ritrovare una propria identità. Un viatico potente contro la depressione e lo scoramento in cui una collettività si ritrova, insieme, a collaborare, alleviando così quel senso di isolamento che il Covid-19 ha imposto universalmente. In questi due mesi di quarantena l’offerta culturale nazionale e internazionale non è mancata sui social media, con grandissimo successo.

gierreauto200513

Documentari e tutorial di ogni tipo hanno proliferato sul web e rimbalzando su tante pagine facebook locali; tracciando percorsi da seguire e nozioni da elaborare, nella consueta modalità da esperto a discente. Una modalità certamente importante dal punto di vista didattico, interessante ma poco coinvolgente: in cui il popolo del web fruisce del video o del testo ponendosi in una condizione di recettore dell’informazione. Una modalità dall’altro verso il basso, dal singolo ai tanti che in certi casi amplifica l’isolamento in altri hate speech. Spesso si parla di comunità dei social salvo costatare come sia difficile far passare il messaggio e l’idea di essere una collettività.  Mantenere uno spirito di comunità, soprattutto senza mezzi e in un momento d’emergenza sociale è stato difficile ma  fondamentale in realtà relativamente piccole come la nostra. La confusione dei primi momenti non è mancata a nessuno, e neppure all’ Assessorato alla Cultura ma la convinzione che rimanere inerti non era salutare, ha predominato. Allora che fare? Buttarsi senza rete ma pur sempre in rete! Evitando di proporre cultura confezionata, cercando piuttosto di costruirla e fruirla tutti insieme. Così, sulla base di questa convinzione Le Scuderie Aldobrandini si sono trasferite provvisoriamente on line con una semplice pagina Facebook (Scuderie Aldobrandini), oltre che sul sito (www.scuderiealdobrandini. com). Si è iniziato patrocinando l’iniziativa “Opera Domus 7IDee+” di Carlo Marchetti, curata da Daniela Zannetti, una mostra performante di arte contemporanea che ha registrato oltre 20 mila transiti. Sono seguite le mostre del giovane artista tuscolano, Fabio Camilli con “Proiezioni. Il mondo magico, dalla 40Ena a ParadigmaRgb". Una produzione di opere con tecniche miste, realizzate durante l’esperienza della quarantena. I giorni passavano e la pandemia da Covid-19 non  accenna al miglioramento, né s’intravedeva la possibilità di allargare le maglie della serrata totale. Per il Lunedi dell’Angelo, giornata particolarmente sentita e vissuta scanzonatamente dalla Città, l’Amministrazione ha organizzato un Flash mob musicale che ha coinvolto, stando ai numeri, circa 10 mila followers, grazie ai filmati della cittadinanza e alle testate locali che, in remoto e in presenza, hanno seguito l’evento. Lo streaming del recital lirico, realizzato il 2 maggio in solitaria nella centrale Piazza San Pietro del tenore Dario Di Vietri, realizzato con mezzi estemporanei e volontaristici, ha coinvolto in gemellaggio virtuale il Comune pugliese di Acquaviva delle Fonti e il Taormina Opera Stars, ha registrato oltre 40 mila contatti in poche ore.

 

colline 200529