I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Torvaianica - Aggrediscono ed accoltellano un coetaneo "per uno sguardo di troppo": 3 minori nei guai

POMEZIA (cronaca) – Rintracciati dai carabinieri tra Torvaianica ed Ardea

ilmamilio.it - nota stampa dei carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Torvaianica hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto di tre giovani del posto, uno di 17 e due di 16 anni, con le accuse di tentato omicidio in concorso e lesioni gravi nei confronti di un loro coetaneo.

La giovane vittima si trova ora ricoverata in ospedale, non in pericolo di vita e guarirà grazie alle pronte cure ricevute. Tutto è accaduto lo scorso sabato sera, in pieno centro a Torvaianica, quando i tre minorenni hanno incontrato un loro conoscente, un giovane 18enne straniero da tempo residente a Torvaianica. Uno sguardo di troppo e qualche frase provocatoria ha agitato gli animi per cui i tre ragazzi hanno aggredito il malcapitato con calci e pugni, sotto gli occhi sbigottiti di alcuni passanti.

LEGGI Rissa movida: i giovani denunciati sono di Frascati, Grottaferrata, Rocca di Papa e Roma. "Mi ha guardato male"

todis montecompatri banner ilmamilio

Durante la zuffa, uno dei tre malviventi ha afferrato un grosso coltello dalla tasca ed ha colpito il 18enne con cinque pugnalate alla schiena. A quel punto i tre aggressori sono fuggiti a piedi per le vie limitrofe lasciando il malcapitato per strada in un bagno di sangue. Provvidenziale è risultata la segnalazione al 112 di un passante che ha permesso un rapido intervento di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Torvaianica e di un’ambulanza che ha trasportato il ferito all’ospedale Sant’Eugenio di Roma.

I Carabinieri, grazie alle prime attività investigative svolte, sono riusciti a rintracciare i tre minorenni responsabili dell’aggressione alle prime luci dell’alba di ieri.

Uno di loro si era rifugiato a casa di una zia, nel Comune di Ardea, dove è stato trovato ancora con le mani e i vestiti insanguinati ed ha consegnato spontaneamente il coltello, ancora insanguinato, usato contro la vittima.

I suoi complici, invece, sono stati trovati nelle rispettive abitazioni a Torvaianica.

Sono stati tutti sottoposti a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di tentato omicidio in concorso e lesioni gravi e sono stati accompagnati presso un Istituto Penitenziario Minorile di Roma.gierreauto200513colline 200529