I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, nasce un gruppo Facebook per dire basta all'utilizzo dei soffiatori in città

GROTTAFERRATA (attualità) - Dopo alcune polemiche nei giorni scorsi, un gruppo di cittadini ha chiesto di intervenire

ilmamilio.it

“Siamo intossicati dai soffiatori del servizio di igiene urbano: sporcano, sollevano polveri inquinanti, virus, batteri, escrementi e provocano rumore assordante in fasce orarie di riposo. Non accettiamo di essere avvelenati dal servizio pubblico! “. Questa la critica mossa da “Avvelenati - Stop ai soffiatori a Grottaferrata”, gruppo facebook nato in queste ore da alcuni cittadini di Grottaferrata. Nei giorni scorsi, sopratutto grazie ad alcuni segnalazioni sui gruppi social, diversi residenti si erano lamentati per l’utilizzo di questi dispositivi. Messi in discussione sia gli orari di utilizzo e sia la loro funzionalità effettiva, nonché le ripercussioni sul piano ambientale.

gierreauto200513

“I soffiatori – scrivono in uno dei primi post gli organizzatori della pagina - nascono come "leaf blower", cioè per soffiare via dai prati e giardini grandi quantità di foglie. Non sono adatti alla polvere; non sono adatti alla polvere; non sono adatti alle strade; sono inefficienti, inquinanti e rumorosi. E’ una scelta economica per chi fornisce il servizio ma non è una buona scelta per il cittadino”. “Il comune – proseguono - ha lasciato inascoltati i cittadini che il servizio lo pagano. Quando si vede un operaio usare il soffiatore in ambito urbano a bordo di aiuole o marciapiedi, si vedono tre errori: dell’operaio, inconsapevole del rumore che subisce e dello sporco che lui stesso respira per primo; del suo caposquadra, che lo fa lavorare in quel modo; del dirigente responsabile del lavoro che ha adottato una metodica di lavoro né igienica né razionale. ci auguriamo che il comune non permetta mai più questo scempio ai danni dell'ambiente e delle persone”.

La questine ‘soffiatori’ era stata già messa in evidenza, alcuni anni fa, nel 2016, dalla ‘Assoutenti Grottaferrata’. Poi non se ne fece più nulla.

Il tema, a quanto pare, è rimasto irrisolto.

Leggi anche (2016): 

https://www.ilmamilio.it/m/it/attualita/primo-piano/32631-soffioni,-assoutenti-grottaferrata-presenta-esposto-alla-asl.html 

https://www.ilmamilio.it/m/it/attualita/primo-piano/31061-grottaferrata,-i-soffioni-della-discordia-assoutenti-chiede-incontro-al-comune.html

 

todis montecompatri banner ilmamilio