I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, Denuncia al Prefetto di Essere Marino e PCI: "Incresciosa strumentalizzazione M5S"

 

m5svideo-mammilo.jpgMARINO (politica) - Proseguono le polemiche dopo il video

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo: “Siamo stupefatti per questa scelta di strumentalizzare il lavoro generoso di tantissime persone, molti dei quali giovani e giovanissimi, messa in atto dal M5S. – dichiarano senza mezze misure Mauro Avello, portavoce di Essere Marino e Stefano Enderle, segretario del PCI marinese – Non avendo consiglieri comunali eletti, e, nell’impossibilità al momento (vista l’emergenza sanitaria) di indire una pubblica assemblea, abbiamo scelto la via istituzionale più diretta: ci siamo rivolti al Prefetto per denunciare quanto sta accadendo a Marino e che coinvolge anche la Regione Lazio in termini di svilimento delle istituzioni.

Ci riferiamo ad un pessimo esempio di strumentalizzazione politica che un partito, il M5S, ha messo in campo a Marino e nella Regione Lazio. Infatti, - continuano nella denuncia dei fatti Avello e Enderle - tale compagine, ha scelto di istituzionalizzare presso il proprio sito ufficiale regionale (www.lazio5stelle.it/storiedisolidarieta/ ) una rassegna di buoni esempi di solidarietà in questa fase di emergenza sanitaria. Non ci sarebbe nulla di male, tranne il fatto che, ad esempio a Marino, la rappresentazione di tutte le attività di queste settimane che hanno coinvolto decine e decine di giovani coordinati dalla Protezione Civile locale e tutti impegnati in varie associazioni di differenti inclinazioni e sensibilità culturali; ebbene tutto ciò, viene divulgato dal M5S come azione diretta del M5S stesso ovvero della sua rappresentanza istituzionale marinese, addirittura sovrapponendo ai loghi della Protezione Civile, nelle immagini, il logo del M5S. Crediamo che tutto ciò sia un vulnus che di negativo ha parecchie cose: falsifica e strumentalizza una realtà generosa e sicuramente univoca nello slancio volontaristico; tratta da marionette le energie messe in campo da una massa di giovani; offusca il ruolo della Protezione Civile che da coordinatore/protagonista silente si vede relegare al ruolo di involontario megafono di una compagine politica.

todis montecompatri banner ilmamilio

Come PCI ed Essere Marino – concludono il segretario Enderle, ed il portavoce Avello – proprio per bloccare e correggere tutto quanto si è fin qui manifestato da parte del M5S regionale e locale, abbiamo scelto di non far passare sottosilenzio il dileggio delle istituzioni a fini meramente di vanagloria politica o personale di chicchessia. Il rispetto delle istituzioni e delle persone vanno salvaguardate sempre, questa è la nostra politica”.