Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Guidonia, chiusi fino al 19 maggio soltanto parchi e giardini in cui sono presenti grandi aree giochi

barbet michel1 ilmamilioGUIDONIA (attualità) - Provvedimento del primo cittadino 

ilmamilio.it 

“Ho firmato poco fa l’ordinanza che prevede la chiusura di parchi e giardini pubblici dove sono presenti aree giochi per bambini fino al prossimo 19 maggio. Sono aperte, invece, le aree per lo sgambamento dei cani e le aree verdi e/o arredate con pochissimi giochi” fa sapere il sindaco di Guidonia, Michel Barbet.

“Si invitano i cittadini a verificare le aree accessibili per non incorrere in sanzioni. Si tratta di un provvedimento necessario per tutelare la salute di tutti i cittadini, evitando così situazioni di assembramento che potrebbero verificarsi. Non è stato facile prendere questa decisione, ma in questa fase 2 ritengo che sia necessario avere la massima prudenza. Il Coronavirus è ancora fra noi, abbiamo i casi positivi in Città che ce lo ricordano e le possibilità di contagio non sono certamente sparite il 4 maggio. E’ giusto che ci sia un percorso graduale di ritorno alla normalità, ma deve essere accompagnato dalla pazienza e dal buonsenso di tutti. Soltanto tutti insieme con responsabilità riusciremo ad uscire da questo incubo” conclude la nota.  

todis montecompatri banner ilmamilio