I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, Testa: “Blandi ed in ritardo gli interventi dell’amministrazione per l’emergenza Covid-19”

CIAMPINO (politica) - Il consigliere comunale di opposizione decisamente critico sul "modus operandi" della maggioranza di governo

ilmamilio.it 

Dal consigliere comunale Mauro Testa riceviamo e pubblichiamo.

“Ancora una volta l’amministrazione comunale di Ciampino dimostra di non essere in grado di fronteggiare l’emergenza Covid e si trova impreparata rispetto alla fase 2, nonostante l’impegno costante e proficuo del Comandante Antonelli e dei suoi uomini della Polizia Locale e della Protezione Civile (a cui va il nostro sentito ringraziamento per la dedizione e la presenza), non essendo ancora riuscita a distribuire le tanto richieste mascherine e gli altri dispositivi di sicurezza, come i guanti in lattice.

Per quanto riguarda le mascherine siamo di fronte ad un vero mistero: dal Comune di Ciampino, il cui bilancio è stato approvato in fretta ed in furia, con la disponibilità di alcune forze politiche di opposizione, a non creare troppi intoppi all’utilizzo delle risorse di bilancio, sono state acquistate 9.000 mascherine a fronte della presenza di 7.000 persone residenti sul nostro territorio ultrasettantenni!!!

Non se ne potevano acquistare di più, visto il potenziale numero di persone a cui serviranno?

Che dire veramente un acquisto mirato ed utile, facendo il conto andrebbe ad ogni persona che rientra nei requisiti 1,25 mascherine monouso, tanto quanto basta per un giorno!

todis montecompatri banner ilmamilio

E che dire poi della consegna: da più di 10 giorni questo dispositivo del desiderio giace all’interno del Municipio, chissà per quale recondito motivo e a disposizione di chi (ricordiamo che l’acquisto è stato fatto con denaro pubblico), e l’avviso pubblico è stato fatto solo ieri 4 maggio 2020, un intervento davvero tempestivo!!

Inoltre la distribuzione: mentre negli altri Comuni l’amministrazione comunale invia per posta le mascherine da noi cosa accade: bisogna fare domanda, essere censiti (schedati) e delle associazioni autorizzate portano a casa le mascherine! Un’assurdità tutta ciampinese.

Ed i guanti in lattice per gli ultrassettantenni dove sono? Perché non si è provveduto ad acquistarli e a darli alla nostra popolazione

Quesiti a cui questa amministrazione comunale che si è dimostrata lenta, non presente, incapace di guardare attentamente almeno i numeri per fare acquisti, certamente fortunata, grazie alla perizia dei cittadini che hanno rispettato alla lettera le indicazioni del governo evitando numeri alti di contagio, dovrà rispondere direttamente ai cittadini!

Ci rammarica davvero pensare a quanto si sarebbe, e soprattutto, dovuto, fare, ma in questo momento siamo amministrati in questo modo, dove l’improvvisazione e gli spot propagandistici prendono il posto di una vera programmazione operativa e politica”.